Crea sito

Arista di maiale alla toscana con piselli

L’arista di maiale alla toscana è un piatto dalle origini antiche, molto apprezzato dai Medici, in particolare da Lorenzo il Magnifico, l’origine del nome pare che derivi da “aristos” che in greco significa “il migliore”, sembra infatti che durante un banchetto un ospite greco, il cardinal Bessarione, assaggiando l’arista abbia pronunciato proprio questa parola “aristos”.
L’ Artusi nel suo libro “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene spiega in maniera esauriente di quale parte del suino stiamo parlando:

“si chiama Arista in Toscana, la schiena di maiale cotta arrosto o in forno…per schiena di maiale s’intende, in questo caso, quel pezzo della lombata che conserva le costole, e che può pesare anche 3 o 4 chilogrammi.”

Questo, dell’arista di maiale alla toscana con piselli è un piatto molto semplice da realizzare, il secondo piatto che mia madre cucinava sempre (o spesso) la domenica, vi lascio quindi la ricetta proprio come lo faceva lei!

LEGGI ANCHE:
Ricetta lonza alle mele arancia e noci
Lonza in salsa verde
Ricetta Lonza cremosa agli aromi
Fettine di lonza al latte in padella

Questa è la → HOMEPAGE del mio blog, basterà che tu ci clicchi sopra per leggere tutte le mie ultime ricette! TI ASPETTO ANCHE SULLA MIA PAGINA FACEBOOK: LA PASTICCERA MATTA
Sono anche su PINTEREST INSTAGRAM   

Arista di maiale alla toscana con piselli
  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura55 Minuti
  • Porzioni6 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Arista di maiale alla toscana con piselli

  • 1 kgarista
  • 500 gpiselli ( (surgelati se non sono di stagione o pesati sgranati))
  • 1/2cipolla rossa
  • 1 bicchierevino bianco
  • 1 ramettosalvia
  • 1 ramettorosmarino
  • 3 spicchiaglio
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • q.b.pepe nero (da macinare al momento)
  • q.b.sale

Preparazione

  1. 1) Per prima cosa lavate le foglie di salvia e poi tritatele con alcuni aghi di rosmarino. Quindi schiacciate 2 spicchi d’aglio privati della loro anima verde e mescolateli a del sale, del pepe nero macinato al momento e alle erbe aromatiche, con questo preparato massaggiate tutta l’arista, poi praticate dei fori nella carne con le dita o aiutandovi con un manico di un mestolo di legno e fatevi penetrare all’interno il composto, legate poi la carne con lo spago da cucina.

    2) In un tegame versate abbondante olio extra vergine di oliva, accendete la fiamma a calore medio e deponetevi la carne, cuocete per circa 3-4 minuti girandolo da ogni lato, poi continuate la cottura sfumando con il vino, una volta che esso è evaporato, coprite con il coperchio e se necessario aggiungete dell’acqua calda. In tutto la carne deve cuocere circa 55 minuti-1 ora.

    3) Nel frattempo in un altro tegame mettete dell’olio extra vergine d’oliva, della cipolla tritata e qualche foglia di salvia, fate stufare dolcemente e unite i piselli (se non avete quelli freschi di stagione quelli surgelati sono otttimi), fate insaporire mescolando per 3-4 minuti, salate e cuocete per circa 15 minuti aggiungendo acqua calda e coprendo con un coperchio. Passati i 15 minuti finite la cottura per altri 10 minuti circa (se sono piselli fini anche meno) unendoli all’arista, sempre lasciandoli coperti con un coperchio, in questo modo i piselli si insaporiranno ancora di più.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!
(Visited 460 times, 1 visits today)

Pubblicato da lapasticceramatta

Sono Simona toscana, mi piace cucinare, ma sopratutto amo fare i dolci e la pasta fatta in casa e ho una passione per il lievito madre che "curo" da 9 anni !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.