brodo di tacchino

Brodo di tacchino e cilindretti (pasta fresca)

Brodo di tacchino, saporito al naturale, senza particolari ingredienti aggiunti, arricchito solamente dalla presenza genuina e fresca delle verdure; il mio brodo di tacchino segue la riga di quello di pollo suggerito dall’esimio Chef Carlo Cracco in “Dire, Fare, Brasare“, pp. 68-71,quando parla di una delle tecniche di cottura basilari della cucina ovvero la lessatura distinta in “a caldo” e “a freddo“. Le lessature di questo tipo hanno come comune denominatore il brodo di verdura, che si esegue a freddo, naturalmente, e che può avere in aggiunta in partenza pezzi prelibati e pregiati di carne oppure pezzi di pollo o tacchino che vanno aggiunti “a caldo“, ovvero a seguito della sua ebollizione iniziale.

brodo di tacchino

Leggere queste cose é assolutamente interessante e permette di capire non come andare ad esagerare in cucina divenendo stucchevoli e artificiosi, ma semplicemente andando a studiare e poi ad eseguire tecniche che da sempre pratichiamo “nell’ignoranza” avendo maggiore consapevolezza di cosa facciamo e correggendo le nostre lacune…

Se aggiungiamo ossa, con polpa attaccata e piccoli pezzi di carne, come ho fatto io nel brodo di tacchino, non dovrete schiumare quest’ultimo, mentre se unite pezzi veri e propri con tanto di pelle, allora dovrete aver cura di prelevare con la schiumarola tutta la schiumetta bianco-marroncina che sale a galla durante la cottura del brodo; questo, dice sempre Cracco, é importante per ottenere un brodo limpido e pulito, nonché gradevole alla vista e al palato.

Naturalmente non potevo preparare un così succulento e sanissimo brodo di tacchino senza preparare della pasta corta semplice e simpatica da fare: i miei cilindretti di semola rimacinata di grano duro, impastati solo con l’aggiunta di acqua a t.a. e realizzandoli con estrema rapidità e facilità, tanto che potete farli fare in assoluta tranquillità ai vostri bambini.

Vi porto alla ricetta completa di tutto!

Brodo di tacchino

Ingredienti:

  • Ossa di cosciotti di tacchino e polpa avanzata dal disossamento
  • Carote
  • Sedano in pezzettoni
  • Cipolla in pezzettoni
  • Pomodori in pezzettoni (o ciliegini interi)
  • Acqua sufficiente a coprire il livello dei vegetali
  • Sale q.b.

Procedimento:

brodo di tacchino

Pulite, lavate bene le verdure e mettetele in una pentola ampia, con molta acqua necessaria a coprire il livello, salate e lasciate che vada in ebollizione. Poi unite le ossa e i pezzetti di polpa (naturalmente anche questi puliti e sciacquati bene) di tacchino e lasciate cuocere per un’ora generosa, fin quando il brodo risulterà ristretto al punto giusto e ben gustoso.

Prelevate con una schiumarola le ossa e le verdure a pezzettoni, tagliate le carote e rimettetele in pentola dove andrete a far bollire il brodo e a cuocere la pasta.

Cilindretti (pasta corta)

Ingredienti:

  • 300 gr. Semola rimacinata di grano duro
  • 300 ml Acqua

Procedimento:

cilindretti brodo di tacchino

 

Impastate fino ad ottenere una palla liscia e compatta, poi con le mani realizzate dei salsicciotti molto lunghi e sottili e tagliateli a pezzi larghi più o meno 1-2 cm. Fate asciugare all’aria, magari coperti con un tovagliolo e poi consumarli subito o dopo 1-2 giorni.

Vi auguro buon appetito e se volete continuare a restare sempre aggiornati seguite L’ANGOLO DELLE PRELIBATEZZE anche su Facebook!

L' Angolo delle Prelibatezze
L' Angolo delle Prelibatezze

Questa ricetta è stata vista2240volte!

Commenti

commenti