Crea sito

Pane di casa ragusano di pasta dura

Cari amici oggi vi presento il mio Pane di casa ragusano di pasta dura, fatto con farina di grano duro.

Quanto amo l’odore del pane, quel profumo che rievoca ricordi dolcissimi che custodisco nel mio cuore, da lì non andranno mai via!

Quel gran da fare per farlo in quelle stupende domeniche in campagna quando i miei nonni lo preparavano.

L’impasto nella “maida” e la “scaniata nella”bbriula” con la recita di quella stupenda preghiera che fa così:


“L’ancilu vinni, l’ancilu passau
e a razia ci lassau.

Crisciuli Diu ca a razia c’è.

Cu ni voli ni mangia,
Cu nun ni voli s’arrangia”




Poi l’incisione di una croce e si cominciava a dare la forma tipica a “cuddura”, “mezzaluna”, “iadduzzu” e tante altre…

Ricordo quanto era bravo mio nonno e al solo ricordo ancora mi commuovo…quanto amore dentro un pezzo di pane!

Tradizioni che si tramandano di madre in figlia, come ha fatto mia nonna con sua figlia e mia mamma con me.

Non pensate sia facile fare il pane di casa, prima di scrivere la ricetta l’ho provato e riprovato.

Una volta ho sbagliato i tempi di lievitazione, un’altra la temperatura e la modalità di cottura, finché prova dopo prova e anche gli errori servono a non commetterli nuovamente, ho aggiustato il tiro e adesso eccomi qui a presentarvi il mio PANE DI CASA con tutti i dettagli per farlo buonissimo anche col forno elettrico…

Provateci e riprovateci, non vi arrendete mai né al primo errore nel fare il pane, né mai nella vita!

Vi abbraccio, a voi la ricetta del PANE DI CASA RAGUSANO

Tatiana

pane di casa ragusano
  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4 pani
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti

PANE DI CASA RAGUSANO

  1. pane di casa ragusano

    Per preparare il Pane di casa ragusano di pasta dura, disponete la farina setacciata sulla spianatoia.

    Fate una fontanella al centro, mettete il lievito e versate l’acqua tiepida.

    Sciogliete il lievito ed iniziate ad impastare, unendo l’acqua poco alla volta, facendo assorbire a mano a mano tutta l’acqua.

    Solo dopo qualche minuto, unite il sale e continuate ad impastare per almeno quindici minuti, fino a ché l’impasto non risulti liscio ed omogeneo.

    Per chi ce l’ha può impastare con la planetaria.

    Note: la quantità di acqua può variare in base al grado di assorbenza della farina, perciò potrebbe volercene di più o addirittura di meno (l’ordine di una tazzina).

    L’impasto deve risultare bello sodo ed elastico, non esagerate con l’acqua altrimenti ne comprometterete la riuscita.

    Adesso dividetelo in quattro parti uguali e lavorate ciascun panetto rendendolo bello compatto, poi date la forma che preferite.

  2. pane di casa ragusano

    Praticate tre incisioni con un coltello dalla parte non tagliente e con il pollice comprimete al centro.

  3. pane di casa ragusano

  4. pane di casa ragusano

    Fatto ciò non vi resta che mettere a lievitare il vostro pane in un luogo asciutto e caldo coperto con un canovaccio e qualche coperta.

    Lasciatelo lievitare per circa tre o quattro ore.

    Per capire se il vostro pane è lievitato, dovete battere con il dorso della mano la pancia del pane facendolo saltellare; se sentirete un rumore sordo, battendolo, vuol dire che sarà lievitato.

    Il vostro pane deve risultare leggero, solo allora sarà pronto per essere infornato.

COTTURA

  1. Mettete un pentolino d’acqua sulla placca del forno e preriscaldate alla massima temperatura in modalità statica (250°C).

    L’acqua serve a mantenere la giusta umidità. 

    Riscaldate anche la teglia (trucchetto di mamma per avere un bel suolo).

    Infornate quindi il pane alla massima temperatura e dopo 10 minuti abbassate la temperatura a 200°C, proseguite la cottura per altri 20-25 minuti circa (dipende sempre da quanto è grande il vostro pane e dal tipo di forno).

    Il pentolino d’acqua andrebbe tolto a metà cottura, ma state attenti a non aprire il forno quando ancora il pane sta gonfiando!

  2. Per capire se il pane è ben cotto, dovete picchiettare sul fondo e deve suonare a vuoto.

    Se così non fosse continuate a cuocerlo per altri 5-10 minuti.

    La crosta deve risultare bella dorata.

    Sfornate il vostro pane di casa, tenetelo al coperto in un cesto di vimini per farlo intiepidire.

    Poi è d’obbligo l’assaggio con olio extra vergine d’oliva, origano, sale, caciocavallo ragusano e “capuliato” di pomodori secchi (clicca qui per la ricetta)

  3. pomodori salati e capuliato
  4. pagnotte

    Potrebbe piacerti anche la ricetta delle PAGNOTTE, leggi i consigli per farle bene anche col forno elettrico

  5. lievito madre

🌹VI ABBRACCIO e mi raccomando…NON DIMENTICATE di mettere MI PIACE alla mia PAGINA FACEBOOK  per SOSTENERMI e INCORAGGIARMI a fare sempre meglio e rimanere aggiornati sulle mie nuove ricette!

VI ASPETTO  🥰😘

con affetto

Tatiana

Trovate Lamiabuonaforchetta anche su INSTAGRAM e PINTEREST

[Per tutti quelli che vogliono acquistare gli attrezzi che utilizzo io in cucina e che consiglio perché tutti a buon prezzo può dare un occhiata cliccando QUI (*”Presenza di link di affiliazione su cui si ottiene una piccola quota dei ricavi, senza variazioni dei prezzi.” “#adv” “Link sponsorizzati inseriti nella pagina”)]

 

 

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.