Frittelle di San Martino – SOFFICISSIME ricetta della nonna

La tradizione vuole che per la Festa di San Martino nella mia città, Ragusa, si facciano “Le Frittelle di San Martino”!

E via con la sagra la sera per le vie della città a chiacchierare con gli amici tra una frittella e un bicchiere di buon vino novello!

Una ricetta semplice e buonissima…

E ce n’è per tutti i gusti: uvetta e finocchietto selvatico, con le noci, con crema di pistacchio…che bontà ragazzi!!!

Potete sbizzarrirvi come più vi piace…

Io vi propongo la ricetta classica di mia nonna, UNICA E IMBATTIBILE, ideale anche per preparazioni salate!!!

Tutto quello che faceva lei sapeva di amore…

Profumi indimenticabili e indelebili, per sempre nel mio cuore.

I nonni che hanno conosciuto la povertà e che per fare questo dolce, mi raccontava la mia nonna, utilizzavano quei pochi ingredienti che avevano in casa…Farina, acqua, patate e zucchero…

Ma torniamo al SENSO di questa bella festa…

La leggenda narra che Martino, figlio di un ufficiale dell’esercito romano, a causa di un’ordinanza dell’epoca divenne anch’egli soldato romano e trovandosi, in una grigia giornata d’autunno, con i suoi soldati incontrò un mendicante seminudo.

D’impulso tagliò in due il suo mantello militare e lo condivise con il mendicante.

Miracolosamente il freddo si affievolì e comparve il sole: fu quella la prima estate di San Martino.

La Festa di San Martino è un’occasione, oltre che per glorifcare il santo, per celebrare i frutti della terra e l’abbandonaza del buon cibo e l’AMORE E IL RISPETTO VERSO IL PROSSIMO…

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Porzioni:
    8 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Farina di grano duro 400 g
  • Farina 00 100 g
  • Patata 160-180 g
  • Lievito di birra secco 1 cucchiaino
  • Acqua (compreso l’acqua di cottura della patata) 450-480 ml
  • Olio di semi (per friggere) q.b.
  • Zucchero q.b.
  • Uvetta q.b.
  • Finocchietto selvatico q.b.
  • Noci q.b.
  • Crema di pistacchio q.b.
  • Granella di pistacchi q.b.

Preparazione

  1. Per preparare le Frittelle di San Martino, per prima cosa sbucciate le patate, tagliatele a tocchetti e lessatele in acqua bollente.

    Riducetele in purea con una forchetta.

    Tenete da parte l’acqua di cottura della patata!

    In una tazza mettete a mollo l’uvetta in acqua calda.

    In un contenitore versate le due farine, le patate, il pizzico di sale, il lievito, 450-470 ml di acqua compreso l’acqua di cottura della patata e impastate con le mani.

    Ottenere un impasto molle; dividetelo in 3 contenitori.

    In uno aggiungete l’uvetta strizzata e il finocchietto.

    Nel secondo le noci a pezzetti.

    L’ultimo lasciatelo in bianco (a cottura farcirete le frittelle con la crema e la granella di pistacchio).

    Lasciate lievitare fino al raddoppio del volume (io le ho fatte la sera prima e fritte l’indomani mattina).

    Friggete le frittelle in abbondante olio di semi bollente.

    Scolatele e adagiatele in un piatto da portata con della carta assorbente che assorbirà l’olio in eccesso.

    Versate dello zucchero in un piattino.

    Ancora calde passate le frittelle dallo zucchero e servitele tiepide.

    Ottime da gustare anche fredde…

    Buon appetito e alla prossima miei cari!!!

    Vi consiglio di leggere anche le RICETTE DI QUESTE FRITTELLE con impasti diversi :

    FRITTELLE SOFFICISSIME CON UVETTA E FINOCCHIETTO

    FRITTELLE ALL’AMARENA – IMPASTO SENZA PATATE

    Non perdere le mie nuove ricette…

    Se ti va CLICCA QUI e metti MI PIACE alla mia pagina facebook per rimanere sempre aggiornato!

     

Note

Potete utilizzare il lievito di birra fresco (meno della metà).

Precedente Risotto Zucca Salsiccia e Scamorza Successivo Calzone di pasta sfoglia con spinaci

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.