Pitta mpigliata

Per questa ricetta in realtà ho dovuto scomodare mia zia Katia e mia nonna Carmela, detentrice delle nostre tradizioni. Infatti la ricetta é fatta totalmente da loro in quanto la Pitta mpigliata è un dolce davvero delizioso ma lungo da preparare.
Di tradizione la Pitta mpigliata è un dolce tipico Calabrese precisamente di San Giovanni in fiore, ma ormai tutti hanno la loro ricetta che cambia di poco di casa in casa o in base alle zone della provincia di Cosenza.
Noterete che la ricetta ha poche dosi precise ma “la tradizione è ad occhio” oppure come dicono la nonna, la zia e la mamma “quanto se ne prende”, cercherò comunque di mettere un po’ di grammature!!
Questa è la nostra versione e spero vi piaccia.
Prendiamo gli ingredienti e andiamo in cucina!!

  • DifficoltàAlta
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione2 Giorni
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni18 circa
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la Pitta mpigliata

Farcitura

  • q.b.miele di fichi
  • q.b.cannella in polvere
  • q.b.noci
  • q.b.uva passa
  • 1/2arancia (Solo la buccia grattugiata)
  • 2 cucchiaizucchero
  • 2 cucchiaiAnice (Liquore)

Impasto

  • 125 gmoscato (Potete sostituire con uno spumante dolce)
  • 125 golio di semi
  • 50 gacqua
  • arancia (La buccia grattugiata)
  • q.b.cannella in polvere
  • 1 bustinalievito in polvere per dolci
  • 100 gzucchero
  • q.b.farina
  • q.b.miele di fichi

Preparazione della Pitta mpigliata

  1. Qualche giorno prima prepariamo la farcia che dovrà macerare e legare.

  2. A questo punto mettiamo in un pentolino tutti i liquidi, il moscato, l’olio, l’acqua, l’arancia e lo zucchero e portiamo ad ebollizione, per almeno 3 minuti facendo sciogliere bene lo zucchero.

  3. Raffreddati bene i liquidi prepariamo l’impasto.

    Versiamo i liquidi in una ciotola uniamo la cannella, la bustina di lievito e iniziamo ad aggiungere poco alla volta la farina.

    L’impasto dovrà risultare morbido ma non deve più appiccicare alle dita.

  4. Stendiamo l’impasto con l’aiuto di una macchina per la pasta. Lo spessore deve essere molto fino tipo tagliatella.

  5. Ora tagliamo la pasta in striscie di circa 6/7 cm per 20 cm.

  6. Mettiamo su ogni striscia una buona quantità di farcia, e ripieghiamo dal lato lungo e spennelliamo con dell’olio.

  7. Arrotoliamo a formare una rosa.

  8. Sistemiamo tutte le rose su una teglia rivestita di carta forno

  9. Ora siamo pronti a cuocere per circa 20 minuti a 170°, trascorso questo tempo li togliamo, spennelliamo di miele e rimettiamo in forno per un paio di minuti.

  10. Finalmente possiamo gustare la nostra pitta mpigliata.

Conservazione e consigli sulla pitta mpigliata

Potete anche utilizzare una teglia rotonda, sempre rivestita di carta forno, e distribuire le roselline in cerchio, così formeranno una corona unica.

La pitta mpigliata si conserva tranquillamente per un lungo periodo in un contenitore ermetico.

Se vi piacciono i dolci tipici vi consiglio anche Chinuliddri/ Chinulilli con ricotta

3,8 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lamammapasticciona

Mi chiamo Anna Stella. Sono Calabrese ma per amore mi sono trasferita in Germania dove vivo dal 2014. Dal 2018 sono mamma di un befanino di nome Lorenzo, nato proprio il giorno della befana. Da allora ho imparato a cucinare con un piccolo urlante, per svariati motivi, dietro. Infatti le mie ricette sono veloci e semplici. Amo leggere e cucinare, giocare con il mio bimbo, guardare film e serie tv. Che altro dire... su di me nulla.. Andiamo in cucina insieme!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.