Crea sito

Conserva di pomodoro ciliegino

Conserva di pomodoro

Il cibo è ricordo. E fare la conserva mi riporta indietro nel tempo. Ricordo quand’ero bambima, che aspettavo con ansia questo momento per trascorrere insieme giornate intere: si inizia con la raccolta, il sole era sempre ardente, ma la stanchezza sopperiva ai sorrisi che nella campagna di mio nonno ci scambiavamo.
Il giorno dopo bisognava lavare tutti i pomodori, aprirli e metterli in un calderone enorme. Poi venivano passati con un aggeggio enorme, per me che ero piccina e poi la salsa veniva imbottigliata per cuocere ancora.

Oggi purtroppo è una tradizione che si sta lentamente perdendo, un po’ per il poco tempo a disposizione e un po’ perchè, forse, abbiamo tutto già bello e pronto. Ma i sapori? Beh non baratterei con nulla al mondo la mia conserva di pomodoro, non mi piace quella industriale e così si continua a farla in piccole quantità.

Dieci giorni fa sono stati raccolti gli ultimi ciliegini nell’orto di mio nonno e voglio lasciarvi la ricetta della conserva, o meglio la procedura da seguire.

INGREDIENTI

– pomodori ciliegini
– basilico fresco

PROCEDIMENTO

– Iniziamo con lo sterilizzare i barattoli di vetro o bottigliette con tappo (io uso quelle dei succhi in vetro) tramite bollitura per almeno 30 minuti: l’acqua deve coprire tutto. Mettete uno strofinaccio nella pentola tra i barattoli per far si che non si rompano.

– Lavate i pomodori ciliegino, tagliateli a metà e privateli dei semi (i semi teneteli da parte 😉 a fine lavoro condite delle belle fette di pane e ne viene fuori un pane e pomodoro delizioso).

– Mettete a cuocere in una pentola capiente una buona parte di essi, finchè non si creerà una salsa. Successivamente, passate il composto in un passaverdure per eliminare la buccia.

– Inserite quindi dentro i barattoli i pomodori ciliegino freschi e poi la salsa ottenuta tramite un imbuto, infilate un paio di foglie di basilico fresco aiutandovi con il manico di un mestolo di legno, per far sì che il barattolo o nel mio caso le bottigliette siano piene. Chiudete bene poi i barattoli con la conserva ancora calda lasciando un centimetro vuoto.

– In una pentola con abbondante acqua mettete i barattoli a testa in giù e fate bollire altri 30 minuti. Questo passaggio è importantissimo, poichè garantisce il sottovuoto dei barattoli.
Il sottovuoto sarà verificabile pigiando il coperchio del barattolo, se si sente un clic bisognerà cambiare tappo e ripetere il procedimento.

– La conserva di ciliegino andrà riposta in un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore dalla luce.

Per qualsiasi dubbio e delucidazione contattatemi 😉

Antonella

Pubblicato da lalucanaincucina

Mi chiamo Antonella e sono una lucana puro sangue appassionata da sempre di cucina. Mi piace mangiare bene, bere bene e viaggiare. Vivo da anni in Toscana e la mia terra vive nei mie piatti facendosi conoscere. E negli animi curiosi si insinua la curiosità per la bellezza di una regione sconosciuta e per quelle tradizioni che ancora sono radicate.