Crea sito

Quiche alle cipolle, spinaci e gorgonzola

In cucina la quiche è un tipo di torta salata inizialmente tipica della cucina francese. Si prepara principalmente con uova e crème fraîche avvolti da un impasto a base di farina che si cucina al forno. La possibilità di includere altri alimenti permette di cucinare innumerevoli varianti a base di carne e/o vegetali (sedano, peperoncino, cipolle, porri, scalogni, spinaci, pomodoro ecc.).
Ma questa gustosa combinazione di verdura e gorgonzola al sottile aroma di noce moscata darà vita a una quiche ottima anche per i vegetariani.

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 45 Minuti
  • Porzioni8-10 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’Impasto

  • 200 gFarina Manitoba (Molino Chiavazza)
  • 100 gBurro freddo tagliato a cubetti
  • 1 cucchiainoSale
  • 1Uovo leggermente sbattuto
  • q.b.Amore e Passione

Per il Ripieno

  • 2 cucchiainiOlio di semi di girasole
  • 500 gCipolle sottilmente affettate
  • 1 cucchiainoZucchero (Eridania)
  • 100 mlVino rosso
  • 50 gBurro
  • 250 gSpinaci
  • 1 pizzicoNoce moscata
  • 200 mlPanna
  • 200 gGorgonzola oppure Roquefort o Stilton
  • 4Uova sbattute
  • q.b.Amore e Passione

Preparazione

  1. Spennellate una tortiera con il fondo removibile del diametro di 24 cm e profonda 3,5 cm, con del burro fuso, poi prendete una ciotola e setacciate la farina e il sale, aggiungete ed amalgamate il burro velocemente con le dita, finché otterrete un composto granuloso. A questo punto formate un fontana nel centro e versate l’uovo e 2 cucchiaini di acqua. Impastate fino a ottenere una palla, adagiatela su una superficie leggermente infarinata e lavoratela delicatamente per 20 secondi, finché la pasta diventerà liscia. Ora avvolgetela in un foglio di pellicola trasparente e lasciatela in frigorifero per almeno 20 minuti.
    Trascorsi i minuti indicati, prendete la pasta dal frigorifero e stendetela su una superficie infarinata in un disco spesso circa 3 mm. Arrotolatene metà intorno al mattarello, sollevatela e adagiatela nella tortiera, facendo aderire bene la pasta ai bordi. Eliminate quindi la pasta che fuoriesce e riponete in frigorifero per 30 minuti. Preriscaldate il forno a 180° C (se ventilato a 160° C).
    Intanto foderate la tortiera con della carta oleata, ricopritela con dei fagioli secchi o del riso, schiacciateli bene sul fondo e infornate per 10 minuti, finché l’impasto avrà una consistenza ferma, quindi scartate i fagioli e la carta e infornate nuovamente per 5-10 minuti, finché l’impasto sarà asciutto. Sfornate e lasciate raffreddare la sfoglia. Alzate la temperatura del forno a 190° C.

    Per preparare il ripieno, riscaldate l’olio in una grossa pentola e fate imbiondire, a fiamma dolce, la cipolla per 8 minuti circa. Alzate la fiamma, aggiungete lo zucchero, mescolate e cuocete per 5-10 minuti, così da caramellare le cipolle. Versatevi il vino e lasciatelo evaporare completamente, finché la cipolla sarà soffice. Salate, pepate, trasferite il composto su un piatto e tenetelo da parte.
    Ora nella stessa pentola sciogliete il burro e cuocetevi gli spinaci a fuoco alto, mescolandoli continuamente finché saranno ben asciutti. Salateli, pepateli, spolverizzateli con la noce moscata, trasferiteli su un tagliere e tritateli finemente.
    A questo punto prendete pentolino e riscaldate la panna e il formaggio, mescolando ma senza far bollire, finché il formaggio si sarà si sarà sciolto. Prima di aggiungere l’uovo, salate, pepate e fate raffreddate.

    Sulla base della sfoglia adagiate le cipolle e copritele con gli spinaci. Appiattite delicatamente, versatevi sopra la crema al formaggio e passate in forno per mezz’ora circa. Abbassate la temperatura a 160° C (se ventilato a 140° C) e continuate a cuocere per altri 20 minuti, finché la quiche sarà cotta anche al centro. Se si scurisce troppo, copritela con un foglio di carta d’argento.
    Servitela calda.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.