Crea sito

Dieta Mediterranea – Origine e benefici per la salute

CONDIVIDI con i tuoi amici ヅ
  • 1
    Share

Dieta MediterraneaOrigine della Dieta Mediterranea

Negli anni ’50 del secolo scorso, l’epidemiologo e fisiologo statunitense Ancel Keys, notò che le popolazioni del bacino mediterraneo erano meno soggetti ad alcune patologie rispetto al popolo statunitense.

Su cosa si fonda il regime alimentare?

Il regime alimentare si fonda su alimenti il cui consumo è abituale in Paesi del bacino mediterraneo, in una proporzione che privilegia cereali, frutta, verdura, semi, olio di oliva, rispetto ad un più raro uso di carni rosse e grassi animali (grassi saturi), mentre presenta un consumo moderato di pesce, carne bianca (pollame), legumi, uova, latticini, vino rosso, dolci. Questo regime segue uno schema a piramide che comprende il consumo di circa 22-23 porzioni di alimenti al giorno, divise in 3 o 4 pasti. L’aspetto fondamentale della Dieta mediterranea è la modesta quantità di ogni porzione.

Riduzione della mortalità e aiuto per la perdita di peso

La dieta mediterranea è una tra le più utilizzate e salutari, è particolarmente associata a una riduzione della mortalità e può aiutare con la perdita di peso nelle persone obese.

Sono stati dimostrati effetti preventivi della dieta mediterranea complessivamente su tutti i tumori, in particolare sul tumore dello stomaco, sui tumori esofagei, sui tumori colon-rettali, sui tumori mammari.

Numerosi studi sono stati condotti sulla prevenzione delle malattie croniche. Effetti benefici della dieta mediterranea sono stati provati sull’obesità, sulle malattie cardiovascolari e sull’infarto cardiaco, sul diabete mellito. È stata dimostrata anche la diminuzione del rischio di broncopneumopatia cronica ostruttiva in soggetti che seguivano la dieta mediterranea.

Una revisione sistematica della letteratura nel 2011 ha evidenziato che la dieta mediterranea appare essere più efficace di una dieta a basso contenuto di grassi nel modificare a lungo termine i fattori di rischio cardiovascolari, come il colesterolo plasmatico e la pressione arteriosa.

Uno studio con follow up di quarant’anni, condotto nella popolazione rurale italiana del Seven Countries Study, che teneva in conto non solo l’abitudine alimentare, ma anche il fumo e l’attività fisica, ha dimostrato che i soggetti che seguivano una dieta non mediterranea, fumatori e sedentari, presentavano una speranza di vita inferiore di 4,8 anni (in 20 anni) e di 10,7 anni (in 40 anni) rispetto a coloro che adottavano una Dieta Mediterranea, erano non fumatori e svolgevano un’attività fisica vigorosa. Ovviamente questo non esclude il fatto che per un buon tenore di vita è bene eliminare il fumo dalle proprie abitudini quotidiane!

I paesi della Dieta Mediterranea

È significativo che la dieta mediterranea sia diffusa nelle aree che si affacciano sul mar Mediterraneo dove tradizionalmente vengono coltivati gli olivi, tanto che un’altra definizione accettata di questo pattern alimentare fa riferimento alla dieta praticata nelle zone mediterranee di crescita degli ulivi.

Le implicazioni storiche e antropologiche della Dieta mediterranea hanno portato l’UNESCO alla sua inclusione dal 2010 nella Lista dei patrimoni culturali immateriali dell’umanità di Italia, Marocco, Spagna e Grecia; dal 2013 tale riconoscimento è stato esteso anche a Cipro, Croazia e Portogallo.

Esistono varianti della dieta mediterranea, meno definite e meno studiate, in altre parti dell’Italia e della Francia, in Libano, Marocco, Portogallo, Spagna, Siria, Tunisia, Turchia ecc. Infatti sul bacino mediterraneo si affacciano sedici nazioni: la dieta e le tradizioni gastronomiche di esse variano ampiamente a causa di differenze etniche, culturali, religiose, economiche e di produzione agricola.

UNESCO: Patrimonio immateriale dell’umanità

La dieta mediterranea è un modello nutrizionale ispirato ai modelli alimentari diffusi in alcuni Paesi del bacino mediterraneo, ispirato alle abitudini alimentari di Spagna, Italia e Grecia negli anni ’60. La dieta mediterranea venne riconosciuta dall’UNESCO come bene protetto e inserito nella lista dei patrimoni orali e immateriali dell’umanità nel 2020.


CONDIVIDI con i tuoi amici ヅ
  • 1
    Share

Pubblicato da Miriam Scalici

Sono Miriam e la cucina è da sempre una delle passioni che amo condividere con la mia famiglia, con i miei amici e da qualche anno anche con voi. Spero di vedervi spesso nel mio blog ❤

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.