Cavolo viola stufato

Il Cavolo viola è un ortaggio prevalentemente invernale, molto spesso lo troviamo nei banchi dei nostro fruttivendolo di fiducia, compatto e di un colore viola intenso ma…come si cucina? oggi voglio proporvi il cavolo viola stufato, semplice da realizzare molto gustoso ed un contorno diverso dal solito. Si ok il suo profumo inonderà la casa ma dai  non è poi tutto sto gran “puzzare” . A dire la verità è un odore particolare che dà fastidio a molti ma a me piace, va bene vorrà dire che quando verrete a trovarmi ed avrò preparato il cavolo viola a per cena aprirò le finestre…poi però non vi lamentate se fà freddo e fuori ci sono  -3 gradi!!

Cavolo viola stufato
cavolo viola stufato

Ingredienti

  •  1 cavolo viola di dimensione piccole
  • Uva Sultanina
  • Glassa di aceto balsamico
  • Panatura integrale SfornArte
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • Pepe macinato fresco

 

Taglio a metà il cavolo viola, e lo riduco a pezzi irregolari, lo lavo bene.

In una pentola capiente verso qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva ed il cavolo, lascio soffriggere leggermente ed aggiungo 300 ml di acqua aggiusto di sale e lascio cuocere lentamente, per 20-25 minuti.

Trascorso il tempo aggiungo dell’uva Sultanina. Non è necessario metterla a bagno per farla ammorbidire ci penserà il sughetto che avrà formato il cavolo, porto a cottura se occorre aggiungo ancora poca acqua aggiusto di sale.

In un padellino verso verso quattro cucchiai di Panatura integrale SfornArte che faccio tostare velocemente.

Servo il mio cavolo viola stufato spolverato con la Panatura croccante  pepe nero macinato al momento e gocce di glassa di aceto balsamico.

Un contorno alternativo e gustoso.

 

Precedente Polpette di manzo in salsa di Finger Lime Successivo Verdure ripiene al forno