Crea sito

Pasta cavolfiori e alici – ricetta pugliese

La pasta cavolfiori e alici è un primo piatto leggero e molto saporito, ideale per quando si vuol mangiare qualcosa di leggero senza rinunciare al gusto..chi lo dice che un piatto leggero debba essere necessariamente triste e sciapo?

La pasta con i cavolfiori è un primo piatto molto diffuso in Puglia, anche se i condimenti con cui si servono differiscono da paese a paese: c’è chi li fa col pomodoro, chi li preferisce piccanti con pepe o peperoncino, chi li serve con la mollica del pane soffritta, chi li mangia conditi semplicemente con un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo. Io, a dir la verità, li ho sempre mangiati così, con un filo d’olio o una noce di burro. A Bari, invece, molti condiscono questo piatto con le alici sotto sale, per cui ho voluto sperimentare anche questa versione…beh, se proprio devo dirla tutta..mi sono persa tanto in tutti questi anni! Sono semplicemente buonissimi! Il sapore delle alici si sposa perfettamente con il sapore dei cavolfiori e dà una marcia in più a questo piatto che, in fin dei conti, è un piatto molto semplice ed economico, che può essere preparato per i menù giornalieri, quando non si sa proprio cosa cucinare per pranzo!

Prepararle è molto facile, vediamo come si fa.

Seguimi anche su Facebook –  Google+ –  Twitter –  Pinterest – Instagram –  #RicetteBloggeRiunite

Iscriviti alla Newsletter

Indirizzo Email *

N.B. RICORDATI DI CONFERMARE L’ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER NELLA TUA EMAIL!

pasta cavolfiori e alici

 

Pasta cavolfiori e alici

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 cavolfiore di medie dimensioni
  • 200 gr di penne rigate integrali
  • 3-4 alici sotto sale
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale
  • pepe o peperoncino q.b.

Procedimento:

Per preparare la pasta cavolfiori e alici pulite prima di tutto il cavolfiore, tagliando uno alla volta le infiorescenze del cavolo. Per i fiori più grossi (in genere quelli esterni), fate un incisione a croce sul gambo o tagliateli in più parti, si cuoceranno prima. Metteteli a bagno in una ciotola d’acqua.

Prendete poi le alici sotto sale e sciacquatele sotto l’acqua per togliere il sale di conservazione in eccesso. Spezzettatele grossolamente e mettetele in una padella insieme a un filo d’olio extra vergine di oliva. A fuoco medio, fate soffriggere le alici per qualche minuto, poi spegnete e mettete da parte.

Mettete l’acqua per la pasta e, appena l’acqua bolle, versate i cavoli. Aspettate che riprenda a bollire e poi versatevi la pasta. Non salate eccessivamente la pasta, perchè ci sono già le alici ad insaporire parecchio il piatto. Prelevate un pochino d’acqua di cottura: vi potrà servire per mantecare la pasta alla fine.

Quando la pasta è pronta, scolatela e versatela nella padella con le alici, aggiungete un po’ d’acqua di cottura e mantecate il tutto a fuoco vivace.

Impiattate e terminate con un filo d’olio a crudo e abbondante pepe o peperoncino.

La vostra pasta cavolfiori e alici è pronta per essere gustata!

Suggerimenti:

  • Quando comprate il cavolo, per capire se è tenero, toccatelo. Se i fiori sono morbidi al tatto, vuol dire che è tenero. Se sono duri, vuol dire che sono duri anche in cottura.
  • Quando cucinate i cavoli, assicuratevi che l’acqua bolla..è molto importante questo, perchè se versate i cavoli nell’acqua non in ebollizione, si induriscono e rimangono duri anche dopo una cottura prolungata!
  • Se preferite la pasta fresca, questo piatto può essere fatto anche con le orecchiette fresche pugliesi.
  • Per un tocco in più a questo piatto, potete servirlo anche con della mollica soffritta. Prendete un paio di fettine di pane raffermo del giorno precedente, togliete la crosta, spezzettate finemente la mollica, mettete in un padellino un po’ d’olio e versatevi la mollica, girando in continuazione finchè la mollica non si sarà dorata e tostata. Spolverizzate poi il piatto con questa mollica, come se fosse formaggio. E’ buonissima, provare per credere!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.