Crea sito

Pasta con purè di fave e spinaci

La pasta con purè di fave e spinaci è un primo piatto sano e genuino, dai sapori antichi e tradizionali e, come tutti i piatti di una volta, è un piatto povero, ma con tanto sapore!

In realtà, la versione “originale” del piatto prevede la favetta, ossia il purè di fave, accompagnata da cicorie o altre erbe spontanee che si trovano in campagna, che le nonne di una volta solevano raccogliere durante le loro passeggiate. Questo piatto, poi, veniva accompagnato da pane raffermo e, spesso, abbrustolito sul fuoco o sul bracere..una vera poesia di altri tempi!

Personalmente non amo molto il gusto amaro delle cicorie, ma amo tantissimo l’abbinamento del purè di fave con la verdura lessa, per cui spesso lo accompagno con le bietole o gli spinaci lessi. A volte accompagno il piatto anch’io con crostini di pane tostato, come si faceva una volta; altre volte, come in questo caso, l’ho accompagnato alla pasta, creando un primo piatto davvero eccezionale!

Per questa ricetta ho utilizzato la gramigna dell’azienda Massimo Zero, un pastificio che produce pasta gluten free di qualità davvero eccezionale, ma potete accompagnare questo piatto anche con pasta corta di semola o anche con del pane tostato.

Bene, passiamo subito alla ricetta e vediamo come si prepara la pasta con purè di fave e spinaci!

Seguimi anche su Facebook –  Google+ –  Twitter –  Pinterest – Instagram 

Iscriviti alla Newsletter

Indirizzo Email *

N.B. RICORDATI DI CONFERMARE L’ISCRIZIONE ALLA NEWSLETTER NELLA TUA EMAIL!

pasta con purè di fave e spinaci

Pasta con purè di fave e spinaci

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di pasta corta (io ho utilizzato la gramigna gluten free dell’azienda Massimo Zero)
  • 1 cipolla, 1 costa di sedano, 1 carota, qualche pomodorino
  • 200 gr di fave sgusciate
  • 300 gr di spinaci
  • olio extra vergine d’oliva
  • 1 punta di cucchiaino di bicarbonato
  • sale q.b.

Procedimento:

Per preparare la pasta con purè di fave e spinaci, lessate innanzitutto gli spinaci in poca acqua salata. Potete utilizzare sia quelli freschi (molto più saporiti), ma anche quelli surgelati. Quando saranno cotti, scolateli bene. Se lo preferite, potete anche cuocerli a vapore.

Nel frattempo, preparate un fondo di cottura, che servirà per la preparazione del purè di fave. In un tegame, mettete un filo d’olio extra vergine d’oliva, la cipolla affettata sottile, una costa di sedano, una carota a pezzetti, i pomodorini tagliati a metà. Fate soffriggere qualche minuto, finchè i pomodorini saranno appassiti.

Sciacquate sotto l’acqua corrente le fave sgusciate.

Aggiungete poi circa 700 ml di acqua fredda e subito dopo le fave sgusciate. Se volete, potete aggiungere una punta di cucchiaino di bicarbonato: questo renderà il purè di fave più digeribile e velocizzerà la cottura. Cuocete a fuoco basso, mescolando di tanto, stando attenti a non far attaccare il purè al fondo del tegame. Quando le fave si saranno quasi del tutto spappolate e avranno raggiunto una consistenza densa e cremosa, aggiustate di sale.

A questo punto potete decidere se togliere gli odori e lasciare il purè di fave un po’ “granuloso”. Io, invece, vi consiglio di prendere un frullatore ad immersione e frullare il tutto per pochi secondi, compresi gli odori: in questo modo avrete un purè di fave liscio e vellutate e anche molto più saporito!

Cuocete poi la pasta, scolatela e rimettetela nella teglia insieme a qualche mestolo di purè di fave. Aggiungete anche gli spinaci, impiattate e terminate con un filo di olio a crudo!

E ora potete gustarvi questa buonissima pasta con purè di fave e spinaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.