Parmigiana di carciofi

La parmigiana di carciofi è la versione “invernale” e gustosissima della classica parmigiana di melanzane. Il procedimento che si segue è identico a quello della classica parmigiana, ossia si friggono i carciofi e poi si assemblano con salsa di pomodoro, parmigiano e, se volete, anche mozzarella e prosciutto (lo so, lo so che nella versione originale della parmigiana, prosciutto e mozzarella non ci sono, ma vi assicuro che aggiungendoli alla parmigiana di carciofi, la renderà molto più gustosa e saporita).

E’ una ricetta un po’ laboriosa, in quanto dovrete calcolare il tempo per pulire i carciofi, friggerli, preparare la salsa di pomodoro, mettere insieme gli ingredienti e infornarla..ma vi assicuro che ne vale assolutamente la pena! E’ perfetta da servire a cena, ma è ottima anche come antipasto caldo (per esempio, potete servirla in piccoli cocci monoporzione) e, perchè no, è una pietanza perfetta anche per scampagnate e uscite fuori porta, tipo a Pasquetta!

Volendo, la parmigiana di carciofi può diventare anche un’ottima ricetta di recupero, nel caso vi fossero avanzati dei carciofi fritti ..si sa, la frittura è buona appena fatta, poi perde la sua fragranza..con questa ricetta riuscirete a recuperarli alla grande!
Per quanto riguarda la frittura dei carciofi, potete friggerli semplicemente passandoli nella semola rimacinata (che li rende più croccanti e non fa assorbire troppo olio), oppure, se volete una parmigiana più appetitosa, potete utilizzare la pastella per fritti di verdure, che renderà i carciofi molto più buoni e saporiti!

Bene, adesso passiamo subito alla ricetta e vediamo insieme come si prepara questa buonissima parmigiana di carciofi! Se cercate altre ricette con i carciofi, date un’occhiata QUI!

Seguimi anche su FacebookInstagram – Twitter –  Pinterest 
TORNA ALLA HOME.

parmigiana di carciofi
  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Tempo di riposo1 Ora
  • Tempo di cottura25 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti per la parmigiana di carciofi

  • 8carciofi
  • 1 lpassata di pomodoro
  • 1cipolla
  • 1carota
  • 1 costasedano
  • q.b.olio extravergine d’oliva
  • 100 gparmigiano Reggiano DOP
  • 200 gmozzarella (facoltativa)
  • 100 gprosciutto cotto (facoltativo)
  • q.b.sale
  • q.b.pepe

Inoltre:

  • 1 lolio di semi di girasole
  • q.b.semola rimacinata di grano duro
  • 1limone

Strumenti

  • Coltello
  • Tagliere
  • Padella
  • Carta paglia
  • Pirofila

Preparazione della parmigiana di carciofi

Vediamo insieme come si prepara la parmigiana di carciofi.
  1. Prima di tutto dovete pulire i carciofi.

    Preparate una grossa ciotola con acqua fredda e fettine di limone.

    Eliminate le foglie esterne del carciofo fino ad arrivare al cuore, tagliateli in due ed eliminate la barbetta interna.

    Tagliateli a fettine di 3-4 millimetri e metteteli nell’acqua acidulata con il limone: questo eviterà che si anneriscano.

    Potete utilizzare per questa ricetta anche i gambi dei carciofi: “sbucciateli” eliminando la parte esterna e tagliateli in due.

  2. Passate adesso alla frittura dei carciofi.

    Come già vi ho anticipato, potete friggerli semplicemente con la semola rimacinata oppure farli in pastella con la ricetta che trovate QUI.

    Se decidete di farli con la semola, togliete i carciofi dalla bacinella d’acqua e tamponateli con un panno di cotone asciutto e pulito.

  3. In una busta per alimenti mettete almeno 200 gr di semola rimacinata.

    Mettete nella busta anche le fettine di carciofi, chiudete e sbattete per bene fino a che tutti i carciofi non saranno ben rivestiti di semola.

  4. Preparate una padella dal fondo pesante con abbondante olio di semi di girasole e fate scaldare bene.

    Per capire se l’olio è pronto, immergete uno stuzzicandenti e se si formano velocemente le bollicine attorno ad esso e comincia a sfrigolare, l’olio è pronto.

  5. Friggete i carciofi pochi per volta (per evitare di abbassare eccessivamente la temperatura dell’olio) e, quando saranno dorati da entrambi i lati, metteteli a scolare su carta assorbente.

  6. Preparate adesso il sugo di pomodoro.

    In una casseruola, mettete un giro abbondante di olio extra vergine d’oliva e tagliate la cipolla a fettine sottili.

    Fate rosolare a fuoco moderato e, quando la cipolla sarà dorata, versate la passata di pomodoro, unite la costa di sedano e la carota, circa 300 ml di acqua (la salsa dovrà essere non troppo densa) e fate cuocere a fuoco basso per circa un’ora.

    Alla fine regolate di sale.

  7. Procedete adesso ad assemblare la parmigiana di melanzane

    In una pirofila o una teglia da forno di circa 22-24 cm di diametro, versate 2-3 mestoli di salsa di pomodoro.

    Fate un primo strato di carciofi fritti, cercando di metterli uno vicino all’altro senza lasciare spazi.

  8. Copriteli con abbondante parmigiano grattugiato e, se volete mozzarella e qualche fetta di prosciutto cotto (so che la versione originale della parmigiana non lo prevede, ma io vi consiglio di aggiungerli, perchè viene molto più filante e saporita).

    Coprite con altri mestoli di salsa di pomodoro e procedete a fare il secondo strato di carciofi.

  9. Spolverizzate nuovamente con parmigiano grattugiato, mettete altri pezzetti di mozzarella in superficie e coprite con la salsa.

    Se vi avanzano altri carciofi, potete fare anche un terzo strato.

  10. Infornate in forno già caldo a 200° per circa 20-25 minuti: sarà pronta quando non sarà più molto acquosa e in superficie si sarà ben gratinata.

    Una volta fuori dal forno, lasciatela riposare almeno un’oretta, non servitela appena tolta dal forno, perchè, nel prenderla, si guasterebbe.

    Al momento di servirla, potete ripassare la vostra parmigiana di carciofi una decina di minuti in forno oppure potete gustarla a temperatura ambiente.

  11. Se vi avanza, conservatela in frigo al massimo per un paio di giorni.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.