Crea sito

Carciofi fritti croccanti

I carciofi fritti croccanti sono un contorno gustosissimo, come del resto tutte le cose fritte. Sono fritti in una pastella molto semplice, ma il segreto della loro croccantezza sta, oltre che nel loro spessore, che deve essere abbastanza sottile, anche nell’utilizzo della semola rimacinata, anzichè della farina 00, sia per la prima infarinatura che per la pastella. La semola, infatti, a differenza della farina, assorbe meno olio e di conseguenza rende croccanti i carciofi. Questo vale sia in questo caso, sia in genere per tutti i fritti.

Il profumo dei carciofi fritti croccanti mi riporta indietro nel tempo, in quanto era il contorno che mia nonna preparava spesso per il pranzo della domenica a casa sua: per lei non era domenica senza frittura! quando si arrivava a casa sua, si veniva inondati da questo profumo buonissimo e subito noi nipotini ci fiondavamo sul piatto della frittura per rubare qualche frittella ancora calda!

Questo contorno va, come si suol dire, “fritto e mangiato”, perchè ancora caldi risultando fragranti, croccanti e profumati…il giorno dopo, ovviamente, perdono un po’ la loro croccantezza…ma non disperate! Se dovessero avanzarvi dei carciofi fritti, potete riutilizzarli preparando una bella parmigiana di carciofi!

Prepararli non è difficile: come tutte le fritture, però, richiede un’unico accorgimento..l’olio abbondante e ben caldo, perchè ricordatevi che, paradossalmente, meno olio mettete in padella e più olio assorbiranno le vostre pietanze!

Passiamo alla ricetta!

Ingredienti per 4 persone:

  • 4-5 carciofi (dipende dalla loro grandezza)
  • 1 limone
  • semola rimacinata q.b.
  • 1 uovo
  • acqua q.b.
  • sale, pepe, 1 spicchio d’aglio tritato o in polvere
  • Prezzemolo (facoltativo)
  • olio di semi di girasole per friggere

Procedimento:

Procedete innanzitutto con la pulizia dei carciofi: togliete le foglie più esterne, le punte dei carciofi e la “barbetta”  interna. Tagliateli a fettine di 3-4 mm e metteteli in una ciotola d’acqua acidulata con un limone tagliato a fette.

Passate poi alla preparazione della pastella: non vi indico precisamente le dosi, perchè in questo caso si va un po’ ad occhio. Partite con 4-5 cucchiai colmi di semola rimacinata, qualche pizzico di sale, un po’ di pepe, 1 spicchio d’aglio tritato e, se volete, anche del prezzemolo tritato. Aggiungete l’uovo e, gradualmente, anche l’acqua e nel frattempo mescolate con una forchetta o una frusta a mano. La pastella non deve essere densa, ma piuttosto fluida, perchè altrimenti i vostri carciofi potrebbero venire troppo vestiti di pastella e quindi anche meno croccanti.

Riempite poi un piatto con la semola rimacinata, scolate i carciofi e passateli nella semola. In alternativa potete mettere la semola in un sacchetto per alimenti, mettere dentro i carciofi e sbattere il sacchetto ben chiuso, finchè non saranno completamente infarinati. Questo serve per eliminare l’acqua in eccesso ed evitare che dopo la cottura risultino mollicci.

Mettete in una padella abbondante olio di semi di girasole. Mentre si scalda, tuffate i carciofi nella pastella. Quando l’olio sarà ben caldo, mettete pochi carciofi per volta nella padella, per evitare che la temperatura dell’olio si abbassi. Friggeteli uniformemente da entrambe le parti. Quando al tocco della forchetta li sentirete croccanti, toglieteli e poggiateli su carta da cucina per farli scolare.

Servite ben caldi dopo aver cambiato le carte assorbenti intrise d’olio, aggiungendo sulla superficie dei vostri carciofi fritti croccanti un pizzico di sale.

I vostri carciofi fritti croccanti sono pronti per essere divorati! 🙂

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

QUICHE DI CARCIOFI E RICOTTA
TORTINO DI CARCIOFI E UOVA
PARMIGIANA DI CARCIOFI
carciofi fritti croccanti

*************************************************

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NUOVE RICETTE! 

[wysija_form id=”2″]

SEGUIMI ANCHE SUGLI ALTRI SOCIAL!

*************************************************

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.