Calzone capriccioso salvacena

Il calzone capriccioso è un’altra delle mie idee salvacena, nel senso che salvano la mia cena, permettendomi di preparare e mangiare velocemente qualcosa di buono, scongiurando così l’inconveniente di interrompere in continuazione il pasto per far fronte ai 1000 capricci della mia bimba, che proprio durante le nostre cene dà il meglio di sè!

Per questo, ogni tanto mi invento calzoni e rustici da preparare velocemente e in anticipo!

Il calzone capriccioso salvacena è stato rinominato da me in questo modo, sia in onore ai capricci di mia figlia durante le cene e sia perchè il suo ripieno ricorda il condimento della pizza capricciosa, solo che in questo caso è racchiuso in un guscio di pasta sfoglia, rigorosamente già pronta!

Prepararlo, come potete immaginare, è molto semplice: per me, oltre che salvacena, è stato anche un calzone svuotafrigo, visto che avevo dei barattoli di verdure sott’olio dimezzati e del prosciutto cotto da consumare!

Vediamo come si prepara il calzone capriccioso salvacena.

Calzone capriccioso salvacena

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare già pronta
  • 150 gr di mozzarella
  • 2 cucchiai di passata di pomodoro
  • 100 gr circa di funghetti sott’olio
  • 100 gr circa di carciofini sott’olio
  • 50-60 gr di prosciutto cotto a fettine
  • 2 cucchiai di formaggio grattugiato
  • 1 uovo per spennellare il rustico

Procedimento:

Tirate fuori il rotolo di pasta sfoglia dal frigo.

Preparate poi il ripieno del rustico capriccioso salvacena: tagliate la mozzarella a pezzettini e mettetela a sgocciolare per qualche minuto in uno scolapasta.

Nel frattempo, in una ciotola mettete i funghetti e i carciofini tagliuzzati grossolanamente e il prosciutto cotto a pezzetti. Aggiungete la mozzarella sgocciolata, un paio di cucchiai di formaggio grattugiato e un paio di cucchiai di passata di pomodoro. Aggiungete una spolverata di pepe e mescolate bene.

Srotolate il rotolo di pasta sfoglia in una teglia da forno, lasciando la carta da forno con cui viene venduta. Rompete poi un uovo, separando albume e tuorlo.

Su una metà distribuite il ripieno, lasciando circa un cm dai bordi. Con l’albume, inumidite i bordi: ciò aiuterà meglio la chiusura del calzone. Ripiegate poi sul ripieno l’altro lato della pasta sfoglia e con le dita cominciate a sigillare bene i bordi. Per una migliore chiusura, ripiegateli su se stessi, formando una sorta di cordolo e poi schiacciate con una forchetta. Questo passaggio è molto importante per evitare che il ripieno fuoriesca in cottura.

Con la stessa forchetta, bucherellate la parte superiore del rustico. Con il tuorlo dell’uovo, spennellate tutta la superficie del calzone capriccioso salvacena.

Accendete il forno: quando sarà arrivato a 180° infornate per circa 10-12 minuti nella parte più bassa: questo permetterà alla base del calzone di asciugarsi e di cuocerci, senza assorbire l’umidità del ripieno.

Terminate la cottura per altri 15 minuti nel ripiano centrale del forno, finchè il rustico non sarà ben dorato.

Fate raffreddare e poi tagliatelo per servirlo.

Consigli per la buona riuscita di un calzone o di una pizza rustica salata:

  • Il ripieno deve essere piuttosto asciutto: un ripieno troppo umido o acquoso comprometterebbe la riuscita del calzone, perchè inumidirebbe la pasta, rendendola molliccia e a rischio rottura durante la cottura. E’ sempre bene, quindi, preparare dei ripieni asciutti o quanto meno farli sgocciolare prima di riempire il calzone.
  • E’ conveniente fare una cottura “in due tempi”, nel senso che è sempre bene riporre il calzone in forno nel ripiano più basso per farlo cuocere nella parte inferiore ed impedire che il ripieno inumidisca la pasta. In un secondo momento, farlo finire di cuocere nel ripiano centrale per farlo dorare in superficie.
  • Spesso utilizzo il mio fornetto da 22 litri per questo tipo di preparazione. Se anche voi lo utilizzate spesso a casa, ricordatevi sempre di abbassare un po’ la temperatura indicata nelle ricette. Per esempio, il calzone capriccioso salvacena lo cuocio a 160° nel fornetto e a 180° nel forno tradizionale.
  • Aspettate sempre qualche minuto prima di tagliare i calzoni o le torte rustiche, altrimenti con il taglio colerà tutto il ripieno!

 

Precedente Torta soffice di frolla montata alle due marmellate Successivo Semi di zucca, alleati di linea e salute

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.