Carciofi fritti dorati

Tempo di carciofi allora eccovi una ricetta facile da fare e appetitosa, CARCIOFI FRITTI DORATI, una ricetta della cucina romana. Una ricetta primaverile, che viene preparata per tradizione romana anche a Pasqua, facili da fare, a tavola sono un vero successo.

CARCIOFI FRITTI DORATI

4 carciofi romaneschi

farina q. b.

3 uova

farina

sale

succo di limone e acqua per mettere i carciofi a mollo

Procedimento:

  •  Pulite i carciofi, eliminando le foglie esterne, poi tagliare la parte sopra delle foglie più dure  e pulire il gambo lasciandone circa un paio di centimetri.
  • Tagliate i carciofi prima a metà, poi ancora una volta ed eliminate la barbetta e tagliate ancora una volta, ottenendo delle fette spesse 2 cm circa.
  • Mettete le fette di carciofo in acqua e succo di limone per non farle annerire.
  • Prendete le uova rompetele e mettetele  in una ciotola e sbattetele con una forchetta.
  • In un piatto mettete la farina.
  • Ora passate i carciofi prima nelle uova, poi nella farina e poi di nuovo nelle uova e mettete subito a friggere in un tegame con olio di semi già caldo.
  • Devono cuocere a fuoco medio, girandoli spesso e li leviamo quando sono belli dorati
  • Una volta cotti, levateli con l’aiuto di una schiumarola e metteteli su carta assorbente, salateli e servite i carciofi fritti dorati, ottimi, è una delle poche cose che ho il piacere di friggere ^_^

carciofi fritti dorati

 

Precedente Mini cornetti salati alla trasteverina Successivo Auguri al mio blog! Oggi compie un anno!!!

13 commenti su “Carciofi fritti dorati

  1. margherita il said:

    prova a farli senza uova.. sono pochetto più leggeri e si esalta di più il sapore del carciofo! Basta fare una pastella con acqua, farina, limone, sale e poco bicarbonato!

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.