Spezzatino di Mondongo con braciole di maiale e chorizos, una ricetta per i giorni speciali.

v

444.-20220526_131251.jpg

Ciao cari #hivers amanti della buona tavola,

questo è il mio primo post in oltre due anni di collaborazione attiva in #HIVE in questa Community, e nello specifico in questo tipo di contenuti.

In realtà a casa mia il vero chef è mia moglie, che ha saputo unire un’esperienza di due decenni di lavoro nelle cucine di un Paese che, come l’Italia, ha fatto della cucina un’arte. Accompagno o collaboro solo.

Ma in questo caso ho deciso di avventurarmi – vista la data speciale – in una Comunità a me alquanto sconosciuta e nella quale spero di non fare troppo brutta figura, per presentare un pasto speciale.

Ieri, 25 maggio è stato celebrato in Argentina, il giorno della libertà, cioè il momento in cui nell’anno 1810 è stata abolita la schiavitù.

Così come l’asado è tradizionale in questo paese durante tutto l’anno come modo di cuocere la carne alla brace (alla griglia o al barbecue) o al forno, così è il tradizionale locro del 25 maggio.

 

INGREDIENTI.

444.-20220525_092807.jpg

444.-20220525_104313.jpg

1 1/2 kg di trippa.
1/2 kg di horitos di maiale.
4 salsicce chorizo ​​rosse.
300 gr di passata di pomodoro.
300 gr di mais spezzato.
300 gr di fagioli.
200 grammi di ceci.
2 cipolle medie.
3 spicchi d’aglio grandi.
1 peperone rosso.
1 peperone verde.
1 carota.
1 zucca piccola.
2 foglie di alloro.
Sale a piacere.
Pepe qb.
brodo vegetale se necessario.

444.-20220524_135241.jpg
444.-20220525_102153.jpg

444.-20220524_135249.jpg
444.-20220525_104605.jpg

 

 

 

In questo caso la ricetta che vi presento presenta alcune varianti, ad esempio la trippa al posto dei piedini di maiale, per questo l’abbiamo chiamata – in collaborazione con mia moglie che è stata la principale responsabile di tutto il processo di la ricetta – Stufato di Mondongo che ci ha ricordato la tradizionale Busecca o Trippa alla Milanese, un classico culinario di quel paese che tante volte abbiamo potuto assaggiare durante il nostro lungo soggiorno nella penisola italiana.

In Italia veniva servito in passato (e in alcuni casi lo si serve ancora) la vigilia di Natale o Natale, periodi molto freddi simili al nostro maggio. Era un piatto dei cosiddetti “poveri”, perché costava poco, si trovava su tutte le tavole dei contadini o dei montanari ed era realizzato con tutti gli elementi che si potevano trovare in azienda, dalla carne alle verdure.

Fatte le rispettive premesse e avvertenze, passiamo alla ricetta del Guiso de Mondongo.

444.-20220526_131158.jpg

444.-20220525_103315.jpg

444.-20220525_104438.jpg

La prima cosa che dobbiamo fare è tagliare e sgrassare la trippa e per questo la facciamo bollire per qualche minuto, quando è fredda la tagliamo a pezzetti.

Lo stesso procedimento lo dobbiamo fare con le corna del maiale, eliminate il grasso che hanno e tagliatele a listarelle.

Quindi tagliamo i chorizos a pezzi né troppo grandi né troppo piccoli in modo che non si sfaldino durante la cottura.

I chorizos hanno già incorporato diversi ingredienti e sale, quindi devi stare molto attento quando aggiungi alcuni aromi mentre lo stufato sta cuocendo.

La prima cosa che dobbiamo fare è tagliare e sgrassare la trippa e per questo la facciamo bollire per qualche minuto, quando è fredda la tagliamo a pezzetti.

Lo stesso procedimento lo dobbiamo fare con le corna del maiale, eliminate il grasso che hanno e tagliatele a listarelle.

Quindi tagliamo i chorizos a pezzi né troppo grandi né troppo piccoli in modo che non si sfaldino durante la cottura.

I chorizos hanno già incorporato diversi ingredienti e sale, quindi devi stare molto attento quando aggiungi alcuni aromi mentre lo stufato sta cuocendo.

Tritare la cipolla e tagliare tutte le verdure, la carota preferibilmente a rondelle e la zucca a pezzi quadrati piuttosto piccoli.

444.-20220524_105840.jpg
444.-20220524_133740.jpg

444.-20220524_133617.jpg
444.-20220524_133750.jpg

444.-20220524_134551.jpg

COTTURA.

Soffriggere la cipolla tritata nell’olio all’interno della pentola fino a quando non inizia a imbiondire e iniziare ad aggiungere gli ingredienti.

Aggiungere la trippa tagliata a pezzi, i chorizos e la passata di pomodoro (o pomodoro naturale, quello che preferite), coprire la pentola e lasciar cuocere a fuoco moderato per 10-15 minuti.

444.-20220525_112023.jpg
444.-20220525_105821.jpg

444.-20220525_112652.jpg
444.-20220525_105814.jpg

 

444.-20220525_111032.jpg
444.-20220525_112655.jpg

444.-20220525_111023.jpg
444.-20220525_112018.jpg

444.-20220525_112018.jpg
444.-20220525_112041.jpg

Aggiungiamo gli horitos di maiale (in genere richiedono meno tempo di cottura) e poco per volta incorporiamo il resto degli ingredienti, verdure e legumi, copriamo la pentola e cuociamo per 30-45 minuti a fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto tempo con un cucchiaio di legno per evitare che gli ingredienti si attacchino sul fondo della pentola.

È buona abitudine interporre un disco di ferro tra il fornello e la pentola per attenuare il calore diretto della fama sull’acciaio inox.

Non dimenticare di aggiungere le foglie di alloro, danno un sapore speciale al cibo.

444.-20220525_120624.jpg
444.-20220525_113943.jpg

444.-20220525_112823.jpg
444.-20220525_123123.jpg

444.-20220525_113926.jpg
444.-20220525_112023.jpg

444.-20220525_112041.jpg
444.-20220525_113922.jpg

444.-20220525_123152.jpg
444.-20220525_112655.jpg

444.-20220525_120628.jpg
444.-20220525_113946.jpg

444.-20220526_131211.jpg

Spero che questa ricetta vi piaccia non solo leggendola ma anche preparandola.

Buon appetito!

444.-20220525_112046.jpg

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.