Sedano in umido, piatto caratteristico della cucina molisana.

sedano in umido

Il Molise è la più piccola regione italiana dopo la Valle d’Aosta.

Il suo territorio è caratterizzato da una vasta area montuosa e una limitata area pianeggiante situata sulla fascia costiera.

Quest’aspetto territoriale così particolare si riflette anche nella cucina che all’interno del territorio è caratterizzata dalla tradizione gastronomica contadina in cui dominano: la carne di maiale, aromatizzata e stagionata in vari modi, la Salsiccia paesana insaccata con aromi deliziosi e profumati, la ventricina e le soppressate, preparate secondo i canoni dettati dalla tradizione.

Mentre sul breve tratto della fascia costiera sabbiosa che affaccia sul mar adriatico domina la cucina marinara fatta di minestre,zuppe e risotti.

Il Molise però è anche una regione dedita ai dolci..famosissimi sono i dolci come i Cauciuni, dolci ripieni di pasta di i ceci,le caragnole, dolci natalizi preparati con fettucce di pasta, le peccellate, ripieni di mostocotto o marmellata, tutti preparati con grande maestria e attenzione nel rispetto della tradizione gastronomica.

Ingredienti: per 4 persone

Leggi anche:  Ricette per il Menu di Pasqua e Pasquetta: Cardi alla brindisina con galbanino.

una cipolla di Isernia
sedano di Boiano o Acquavida Collacroce
1 kg patate
peperoncino
sale
pepe

Preparazione: 30′

  • Tritate una cipolla di Isernia e fatela imbiondire nell’olio di oliva.
  • Pulite un sedano di Boiano o Acquaviva Collecroce, lavatelo, liberatelo dei filamenti più duri e tagliatelo a pezzi lunghi circa un dito.
  • Sbucciate e affettate delle patate.
  • Versate le patate e il sedano nel soffritto di cipolla, salate e unite un pizzico di peperoncino, mescolate e mettete un coperchio al tegame.
  • Fate attenzione che durante la cottura le verdure non asciughino troppo, ed eventualmente bagnatele con un po’ d’acqua.
  • Servite sedano e patate caldi o tiepidi, dopo averli lasciati risposare almeno un’ora per farli insaporire meglio.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

Leggi anche:  Taccozze (o sang’ a taccun’) molisane.

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Precedente Zuppa alla molisana. Successivo Vincisgrassi marchigiani, la speciale ricetta maceratese.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.