Rotolo di verza farcito con pancetta.

La verza è uno degli ortaggi più sani che ci sia, in quanto possiede proprietà eccezionali, non reperibili in tutti gli ortaggi. Molto spesso utilizzata nelle insalate, è presente in molte ricette cinesi e spagnole. La verza può essere consumata cruda, cotta al forno, fritta o bollita, a seconda dei gusti. Gli esperti consigliano di incorporare nella nostra dieta quest’ortaggio che, inoltre, ha pochi grassi ed è ricco di fibre. Tutte queste qualità fanno della verza un alimento ideale per chi vuole perdere peso. Ma i benefici non sono finiti, infatti la verza è ottima per tenere sotto controllo il colesterolo.
Rotoli_di_verza

Il chapati è un pane molto povero, fatto di acqua e di farina integrale di frumento macinata finissima –in India ha, ovviamente, molti nomi: Atta o Hatta—.

Si può consumare solo o accompagnato alle pietanze.

I principi dietetici scritti nei testi sacri dell’Ayurveda regolano il dosaggio e i miscugli delle spezie affermando che un’alimentazione fortemente speziata è una garanzia di buona salute.

Ingredienti: per 4 persone

Leggi anche:  Cocktail di gamberi, antipasto sfizioso e delicato.

12 larghe foglie di verza
500 g di patate
200 g di pancetta a fettine
40 g di tartufo bianco (anche conservato)
timo
sale
pepe in grani

Preparazione: 60’

  • Fate scottare in acqua bollente le foglie di verza che non dovranno presentare lacerazioni; toglietele con il mestolo dorato, stendetele ad asciugare su un canovaccio.
  • Appiattite le grosse venature schiacciandole con il batticarne, quindi trasferite le foglie su un pezzo di pellicola trasparente, sistemandole leggermente accavallate per formare un largo rettangolo che coprirete con metà delle fettine di pancetta.
  • Pelate le patate, tagliatele a rondelle sottilissime (usando la mandolina) e allargatele sulla pancetta.
  • Condite il tutto con un pizzico di sale, pepe macinato fresco, foglioline di timo; stendete sopra le restanti fettiine di pancetta, le lamelle di tartufo e, infine, arrotolate e chiudete il rotolo nella pellicola stringendolo bene.
  • Legate a caramella, sistemate il rotolo nella pescera, sull’apposita griglia e fatelo cuocere a vapore per 40’ circa.
  • A cottura ultimata estraetelo dalla pellicola, lasciatelo intiepidire e quindi tagliatelo a fette e servitelo.
Leggi anche:  Frittelle di fiori di zucca, un classico napoletano.

Se ti è piaciuta la ricetta , iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Leggi anche:  Sformato di carciofi alla panceta.
 
Precedente Puri-chapati e raita: cucina indiana, semplice, equilibrata, basata su ricette e principi millenari. Successivo Tagliatelle con zucca, prosciutto e taleggio.

Lascia un commento