Ricettario Genovese: Focaccia di Zucca, molto singolare e quasi eccentrica.

focaccia alla zucca

Ingredienti per la focaccia:

farina 1/2 Kg.

lievito di birra 5 gr.

acqua 100 gr.

sale 5 gr.

olio d’oliva 50 gr

Per il condimento:

zucca 1/2 Kg.

aromi a scelta sale e pepe o aglio e prezzemolo, o aglio e cipolla, oppure origano.

Questa focaccia di zucca è molto singolare e quasi eccentrica. Quando è ben confezionata, è saporita e divertente perché assomiglia nel colore e nel sapore proprio alla farinata di ceci classica

  • Si prepara una pasta di pane a sfoglia: si scioglie in 100 gr. di acqua tiepida il lievito di birra e il sale. Si aggiunge l’olio.
  • Si impastano questi ingredienti e si lascia lievitare minimo 6 ore.
  • Si impasta e si produce una sfoglia sottile e del diametro di circa 40 cm. e si pone in una teglia oliata.
  • La zucca ha un sapore dolciastro. Se piace così e si vuole mantenere la preponderanza di questo gusto si pulisce e si grattugia la zucca.
  • Si sparge la zucca uniformemente in strato sulla pasta, fino in vicinanza dei bordi.
  • Si aggiunge sale e cinque cucchiai di olio.
  • Per una preparazione più veloce, per non grattugiare la zucca e per perdere il gusto dolciastro della zucca, si può far bollire la zucca con un po’ di sale, finché è cotta, senza farla disfare.
  • Si scola la zucca e si passa al setaccio.
  • In questo modo alla fine si perde molto il sapore di zucca insieme al suo gusto dolciastro e forse è un vantaggio.
  • A causa del risultato finale di gusto molto fine e al limite quasi insaporo, si possono aggiungere diversi vegetali ed erbe aromatiche, tutte ridotte in poltiglia o polvere finissima e in quantità minima, appena sufficiente per stimolare di quando in quando la curiosità di scoprire un sapore diverso.
  • Si inforna a forno molto caldo, per circa mezz’ora, controllando di cuocere bene la sfoglia senza bruciarla.

Chiaramente una focaccia di zucca, richiama alla mente una preparazione simile ma inedita, sostituendo alla zucca, le carote e aromatizzando con cannella.

Per estensione qualsiasi verdura può essere usata sulla focaccia, come cipolla tagliata a fette nella classica focaccia di cipolla o zucchine, come fagiolini tagliati fini in frittata o come spinaci con dentro uova rotte o funghi.

La focaccia si può condire con vari tipi di formaggio tipo stracchino nella classica focaccia al formaggio di Recco o mozzarella o parmigiano, nella focaccia alla francese o gorgonzola.

Infine con pomodori da sugo, capperi, acciughe, mozzarella e origano si ha la classica pizza margherita alla napoletana.

Con carciofi preventivamente fritti e mischiati con uova, prescinsoa e formaggio, si fa la torta Pasqualina. In mancanza di prescinsoa si usi ricotta.

Insomma sopra la focaccia che si può considerare un tipo di pane più schiacciato e con più olio, si può mettere tutto quello che si vuole e che solitamente si mangia col pane, cioè quasi tutto.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


 
Precedente Ricettario Genovese: Farinata, una specie di surrogato del pane per i più poveri. Successivo Ricettario Genovese: il formaggio.

Lascia un commento