Pizzoccheri al forno, ricetta tradizionale della Valtellina.

pizzoccheri_al_forno

I pizzoccheri sono un formato di pasta riconosciuto come prodotto agroalimentare tradizionale della Valtellina, originario di Teglio.

Si tratta di una sorta di tagliatelle spesse 2 o 3 mm, larghe 1 cm e lunghe 7 cm ricavate da un impasto preparato con due terzi di farina di grano saraceno, che denota la loro colorazione grigiastra, ed un terzo di farina di frumento.

Altra specialità sono i pizzoccheri di Chiavenna, che sono invece una particolare varietà di gnocchi, sempre costituiti da farina di frumento e di grano saraceno.

Ingredienti: per 4 persone

350 g di pizzoccheri
500 g di verza
200 g di fontina
2 patate
un rametto di salvia
80 g di burro
sale

Preparazione: 30’

Cottura: 15’  

  • Pulite con cura la verza diminando te faglie esterne sciupate e il torsolo, tagliatela a Ksordle, lavatela e scolatela: sbucciate le patate e tagliatele a fette.
  • Grattugiate la fontina utilizzando la parte della grattu­gia a fori larghi; pulite e lavate la salvia e fatela rosolare in una casseruolina con 60 g di burro.
  • Portate a ebol­lizione abbondante acqua salata, unitevi le verdure e i pizzoccheri, portate a cottura quindi scolate il tutto.
  • Imburrate il fondo di una pirofila, fate uno strato di pasta e verdure, versatevi sopra un poco di burro e salvia e poi cospargete con un poco di fontina grat­tugiata.
  • Ripetete le stesse operazioni fino ad esauri­mento degli ingredienti quindi coprite la pirofila con un foglio di alluminio e ponetela in fórno a 200 C per circa 15 minuti.
  • Servite subito.
Leggi anche:  Lo stoccafisso in buridda è uno dei tre modi genovesi di insaporire lo stoccafisso.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Leggi anche:  Ingredienti e Consigli per preparare squisite polpette de verza (Polpett de verz).
Precedente La castagna in rosso, umile regina. Successivo All'ora dell'aperitivo: aspettando di andare a tavola.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.