Lombata di vitello alla nizzarda.

  • Ingredienti: per 4 persone

g 800 di lombata di vitello disossata
g 300 di patate
4 piccoli pomodori
g 300 di fagiolini finissimi
olive nere snocciolate
g 100 di burro
ci 5 di olio di oliva
sale
pepe

Lombata_di_vitello_alla_nizzarda

Preparazione: 40′

Cottura: 20’

  • Legate la lombata di vitello con lo spago da cucina, salatela e adagiatela su una te­glia da forno.
  • Disponeteci intorno g 50 di burro a pezzetti e cuocetela in forno a 210° per 1 ora, irrorandola spesso con il suo su­go di cottura.
  • Tuffate i pomodori nell’ac­qua bollente per poterli spellare più facilmente.
  • Lessate i fagiolini, scolateli, ag­giungete g 30 di burro, salateli e pepateli.
  • Sbucciate e tagliate le patate.
  • Fate scaldare l’olio in una padella, dora­te le patate per 3 minuti e unitevi il burro rimasto, coprite e fate cuocere per altri 15 minuti su fiamma bassa.
  • Poco prima del­la fine della cultura della carne, dispone­tevi tutt’intorno i pomodori, quindi ri­mettetela in forno.
  • Servite la carne affettata accompagnando­la con le verdure, il suo sugo e le olive nere.
  • Quando togliete la car­ne dal forno, salatela nuovamente per esal­tarne il sapore.
Leggi anche:  Come si organizza un menu di Natale a prova di bomba: Filetto di vitello in crosta di sesamo.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Leggi anche:  Fricassea di coniglio con pomodori e aneto.
Precedente Come ogni festa che si rispetti, anche la Pasqua ha le sue (annose) tradizioni culinarie. Successivo Crostata al provolone.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.