Il menú di Pasqua, tra tradizioni e nuove tendenze: fiadoni i tradizionali ravioli abruzzesi.

I fiadoni abruzzesi non si mangiano solo a Pasqua.

Panifici e forni li fanno praticamente tutto l’anno, ma tradizione vuole che vengano preparati in casa e scambiati come dono augurale proprio in questo periodo.

Il nome fiadoni deriverebbe dal tedesco “fladen”, termine che sta per “cosa gonfia” latinizzato prima in “flado” ed quindi in “fiadone”.

Prodotti Agroalimentari Tradizionali (P.A.T.) sono stati inseriti nell’apposito elenco del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali.

Tuttavia i fiadoni avrebbero lontane origini rinascimentali (ed extra regionali) ascritte al cuoco Cristoforo di Messisbugo, per lungo tempo al servizio dei nobili palati della corte ferrarese.

fiadoni abruzzesi

La Ricetta.

Fiadoni Abruzzesi, la ricetta e gli ingredienti che servono per la preparazione.

Ingredienti.

ingredients-green-metallic24x24per 40 fiadoni

60 minuti

Per l’impasto:

500 gr. di farina
2 uova
100 gr. di olio di oliva
100 gr. di vino bianco
sale q.b.

Per il ripieno:

Leggi anche:  Un viaggio alla scoperta dei sapori, dei profumi e delle dolcezze nella cucina dell'Italia meridionale.

100 gr. di pecorino grattugiato
100 gr. di parmigiano grattugiato
100 gr. di rigatino grattugiato
50 gr. di ricotta
5 uova, sale q.b.
1 tuorlo d’uovo per spennellare

 

Preparazione.

cottura-green-metallic-24x24  40’

Preparare l’impasto:

  • Inserire tutti gli ingredienti nel boccale: 30 sec. vel. 6 e mettere da parte.

Preparare il ripieno:

  • Inserire tutti gli ingredienti nel boccale: 15 sec. vel. 4, spatolando.
  • Stendere l’impasto a sfoglia sottile.
  • Distribuire il ripieno su metà della sfoglia formando tanti mucchietti equidistanti.
  • Ricoprire con l’altra metà della sfoglia.
  • Allo stesso modo premere con le dita attorno ai mucchietti di ripieno per saldare la pasta.
  • Ritagliare i ravioli con l’apposita rotellina formando dei quadrati.
  • Infine, premere bene i bordi, disporre i ravioli sulla piastra del forno e spennellarli con il tuorlo d’uovo.

Cottura.

cottura-green-metallic-24x24 20’

  • Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 min. circa, controllando la doratura.

Se ti è piaciuta la ricetta, iscriviti al feed cliccando sull’immagine per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog:

cucina15

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

Leggi anche:  Un viaggio alla scoperta dei sapori, dei profumi e delle dolcezze della cucina abruzzese.

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


 
Precedente Il menú di Pasqua, tra tradizioni e nuove tendenze: torta pasqualina un classico della nostra tavola Successivo Il menú di Pasqua, tra tradizioni e nuove tendenze: scarcella una ciambella di pasta frolla dai mille colori.

Lascia un commento