Come preparare i chipá fatti in casa: la migliore ricetta per il pane al formaggio

Onestamente, chiunque già mi conosca è ben consapevole del fatto che amo tutte le cose legate al cibo. Mi piace cucinare e mi piacciono ancora di più i frutti del mio lavoro, come dimostra l’ampio girovita. Ma il mio interesse per il cibo non si limita al suo consumo. Mi piace leggere e provare ricette, apprendere nuove tecniche di cottura e scoprire posti fantastici in cui cenare. Appartenevo persino a un club di cucina quando vivevo a Filadelfia (ciao signore!).

Prima di partire per l’Argentina, ho promesso ai miei compatrioti del club di cucina e ad altri buongustai interessati di pubblicare di tanto in tanto ricette sul mio blog. Quindi qui vi presento la prima scheda ricetta per il file: chipá.

Chipá è un tipo di pane al formaggio più comunemente preparato nelle province settentrionali dell’Argentina e del Paraguay. La parola ” chipá ” deriva da Guaraní, la lingua di un gruppo indigeno con lo stesso nome basato in questa regione. Ho trovato un’eccellente descrizione di questi gustosi involtini sul blog alimentare The Traveler’s Lunchbox :

“… questi piccoli pani sono fondamentalmente diversi dalla maggior parte delle cose già esistenti in tutto il mondo in quanto sono naturalmente e completamente privi di glutine …. Sono fatti interamente con amido di tapioca (la fine polvere bianca estratta dalle radici di manioca), che conferisce loro una consistenza abbastanza diversa da qualsiasi altra cosa “.

Nel nord dell’Argentina e del Paraguay, dove i piccoli panini di formaggio godono di enorme popolarità, i venditori chiamati chiperos camminano per le strade con grandi cesti di chipá in vendita. Le grida del chipero sono un suono familiare da queste parti e la gente si affolla a lui per comprare il chipá per accompagnare la colazione o come spuntino pomeridiano.

Leggi anche:  Torta salata con verdure.

Il patrigno di Daniel, Tomás, è un camionista e molti anni fa è stato mandato a fare una consegna nella città di Clorinda, situata nella provincia argentina di Formosa, a due passi dal Paraguay. Vicino alla sua destinazione finale ma sentendosi assonnato, Tomás si fermò e parcheggiò il suo camion per ottenere un po ‘chiuso. All’incirca alle 3 del mattino fu svegliato dal suono di qualcuno che bussava alla porta del suo camion. Leggermente allarmato, si alzò e sbirciò fuori dalla finestra solo per essere incontrato dal volto sorridente ma sorridente di un venditore che chiedeva “¿Chipáaaa, señor?” Ti farò immaginare quale sia stata la risposta di Tomás a quella domanda alle 3 del mattino.

Questa ricetta per chipá è stata adattata dal blog del mio amico Gabriel, Live from Waterloo .

Making Chipá by katiemetz, on Flickr

[Uova, formaggio e farina di tapioca per il chipá ]

ingredienti

4 tazze di farina di tapioca
2 cucchiaini di sale
3 uova, leggermente sbattute
1 stick di burro fuso
3 tazze di formaggio gouda o jack grattugiato [o il patè di formaggio argentino]
Parmigiano grattugiato 1/3 di tazza
latte, se necessario [ca. ¾ a 1 tazza]

Leggi anche:  Frittelle di fiori di zucca, un classico napoletano.

Indicazioni

Mescola la farina di tapioca e il sale in una ciotola e fai un pozzo al centro. Aggiungi le uova e il burro fuso. Mescolare accuratamente per incorporare. Aggiungere i formaggi e quindi aggiungere gradualmente il latte se necessario, fino a quando l’impasto inizia a staccarsi dai lati della ciotola. Impastare leggermente per incorporare completamente gli ingredienti. Lasciare riposare l’impasto in frigorifero per 20 minuti, coperto con un canovaccio o un involucro di plastica.

Formare l’impasto in palline di circa 1½ a 2 pollici di diametro. Cuocere in forno a 400ºF per circa 20 minuti, o fino a quando l’impasto si è gonfiato e le fette di formaggio sono dorate.

I chipá si godono meglio direttamente dal forno, poiché tendono a indurirsi mentre si raffreddano.

Chipá, by Elizabeth Lovelace [FotosEli], image used with photographer's permission, all rights reserved

Trovato questo articolo interessante? Condividilo sulla tua rete di contatti Twitter, sulla tua bacheca su Facebook, Linkedin, Instagram, Facebook o Pinterest. Diffondere contenuti che trovi rilevanti aiuta questo blog a crescere. Grazie! CONDIVIDI SU!

I miei preferiti su Pinterest

I miei preferiti su Instagram


Leggi anche:  Perchè gli alimenti possono trasmettere malattie, la salubrità e l'innocuità.

Ti potrebbero anche interessare altre ricette simili

Precedente Locro tradizionale, una ricetta infallibile per gustare un classico argentino. Successivo Ingredienti e Consigli per preparare un delizioso Nodo di Foie.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.