PASTIERA NAPOLETANA

La pastiera napoletana è un dolce pasquale tipico napoletano preparato per tradizione il giovedì santo. E’ composto da una frolla friabile ma solida e da un ripieno profumato e delizioso. Si prepara in anticipo perché riposando tutti gli ingredienti si legano tra loro e il giorno di Pasqua sarà ancora più buono.

PASTIERA NAPOLETANA - RICETTA TRADIZIONALE
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    12 ora
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    10
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

Pasta frolla

  • Farina 00 300 g
  • Zucchero 130 g
  • Strutto 180 g
  • Tuorli medi 3
  • Sale 1 pizzico

Crema di ricotta

  • Ricotta 350 g
  • Zucchero 300 g
  • Uova medie 3
  • Acqua di fiori d’arancio 15 ml
  • Cannella in polvere 1 pizzico
  • Semi di 1 baccello di vaniglia
  • Canditi misti, arancia, cedro 100 g

Crema di grano

  • Grano cotto 350 g
  • Latte 250 ml
  • Scorza di 1 limone
  • Scorza di 1 arancia
  • Strutto 30 g

Occorrente

  • Stampo 22 cm di diametro
  • Strutto e farina per lo stampo q.b.
  • Zucchero a velo q.b.

Preparazione

  1. Per la frolla

    Versare la farina e lo zucchero in una ciotola e mescolare, unire lo strutto ed iniziare ad impastare, unire i tuorli, un pizzico di sale e finire di impastare sul un piano di lavoro, ottenendo un panetto liscio ed omogeneo. Avvolgere in un foglio di pellicola trasparente e fare riposare in frigorifero almeno un’ora.

  2. Cottura del grano

    Se si utilizza il grano precotto saltare questo passaggio. Se si utilizza il grano crudo organizzarsi per tempo. Mettere 150 gr di grano crudo in una ciotola ricoprire d’acqua e lasciare in ammollo per tre giorni, cambiando l’acqua due volte al giorno, trascorso il tempo scolare, sciacquare, versare in una pentola capiente e riempire d’acqua, mettere sul fuoco a fiamma alta fino a quando raggiunge il bollore, poi abbassare la fiamma e cuocere almeno un’ora, fino a quando il grano sarà cotto. Scolare e fare raffreddare.

  3. Crema di grano

    Versare il grano già cotto in una casseruola, unire il latte, lo strutto e le scorze degli agrumi, mettere sul fuoco a fiamma bassa per circa 10 minuti, fino a quando diventerà una crema uniforme, levare dal fuoco, lasciare raffreddare e con una pinza tirare fuori le scorze.

  4. Crema di ricotta

    La sera prima mettere a scolare la ricotta per eliminare il siero.

    Versare la ricotta in una ciotola, unire lo zucchero, mescolare e lasciare riposare almeno un’ora in frigorifero. Setacciare la ricotta, unire un uovo alla volta e mescolare, la cannella, i semi della bacca di vaniglia, i canditi, in ultimo la crema di grano, mescolare con cura il tutto e fare riposare in frigorifero fino al momento dell’utilizzo.

  5. Composizione pastiera napoletana

    Ungere lo stampo con lo strutto ed infarinare. Tirare fuori dal frigorifero la pasta frolla e stendere su un piano infarinato, ottenere una sfoglia di 1/2 cm, rivestire lo stampo facendo aderire in maniera uniforme su tutta la superficie ed eliminare la frolla in eccesso, impastare i ritagli, stendere dello stesso spessore della base ed ottenere delle strisce larghe circa 1 cm – 1 cm e 1/2. Versare la crema all’interno dello stampo rivestito ed ultimare posizionando le losanghe distanziate tra loro circa 6 cm, prima in un verso poi nell’altro.

  6. Cottura della pastiera napoletana

    Riscaldare il forno in modalità statico a 180° e cuocere la pastiera per circa 80 minuti, dopo 60 minuti di cottura spostare la pastiera sul ripiano più basso e se la parte superiore dovesse scurirsi troppo allora coprire con un foglio di carta forno.

  7. Sfornare e lasciare raffreddare completamente la pastiera napoletana dentro lo stampo.

    Il giorno dopo sformare e prima di servirla spolverizzare a piacere con lo zucchero a velo.

  8. procedimento pastiera napoletana

    Consigli

    La ricetta originale prevede l’utilizzo dello strutto, sia nella frolla che nella crema di grano e canditi a pezzetti, ma come per tutte le ricette esistono delle varianti, vuoi per i gusti personali, vuoi per altre esigenze, quindi volendo si può sostituire lo strutto con la stessa quantità di burro o utilizzare il grano precotto per velocizzare la ricetta o ancora frullare i canditi, magari non sarà più il dolce tradizionale ma sempre buono con gli stessi sapori.

     

  9. Ti può interessare anche:

    CASSATA SICILIANA

  10. Se provi questa ricetta, mandami una foto del tuo piatto finito sulla mia pagina Facebook  La cucina di Rosalba

Precedente MOUSSE DI AVOCADO Successivo RISOTTO CON CARCIOFI E PANCETTA

2 commenti su “PASTIERA NAPOLETANA

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.