Crea sito

Brioche abbraccio

La ricetta che vi propongo oggi prevede che ci investiate un pochino di tempo; la realizzazione in se è veloce e semplice, ma i tempi di lievitazione e maturazione sono un po’ lunghi.

Questo però ci permetterà di avere un risultato leggero e digeribile.

Queste mini brioche sono perfette per la colazione, ma sono davvero comode anche da portare con se per una merenda al volo.

Sono davvero golosissime e potrete decidere se farcirle con della crema al cioccolato, della confettura o quello che più vi piace! Io, per esempio, le inondo di miele e di granella di zucchero, che adoro.

Realizziamole insieme!

  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 35-40 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 15 pezzi circa
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Farina 00 500 g
  • Lievito di birra secco 5 g
  • Uova intere medie + 1 per spennellare 2
  • Zucchero 100 g
  • Latte 180 ml
  • Cacao amaro in polvere 20 g
  • Latte (Per ammorbidire l'impasto) 2-3 cucchiai
  • Burro ammorbidito 60 g
  • Aroma di vaniglia 1 cucchiaio
  • Sale 1 pizzico

Preparazione

  1. Iniziamo mettendo il burro morbido in una ciotola, aggiungiamo lo zucchero e montiamo bene per qualche minuto, finché non sarà bianco e spumoso.

    Setacciamo la farina nella ciotola della planetaria, sciogliamo il lievito nel latte tiepido e aggiungiamolo alla farina.

    (Uniamo il latte un po’ alla volta, in modo da capire se serva davvero tutto).

    Continuiamo ad impastare finché l’impasto non si stacca dalla ciotola.

    A questo punto aggiungiamo l’uovo e incordiamo di nuovo l’impasto (incordare significa impastare in modo che si formi la maglia glutinica che consente all’impasto di trattenere al suo interno i liquidi; L’incordatura è avvenuta nel momento in cui, mentre si impasta, l’impasto si stacca dalle pareti del contenitore che stiamo usando e diventa compatto).

  2. Aggiungiamo l’aroma di vaniglia e incorporiamo benissimo.

    Ora aggiungiamo un po’ alla volta, sempre impastando, il composto di burro e zucchero montati, incorporandoli benissimo, in modo da mantenere la sofficezza dell’impasto.

    Per finire, aggiungiamo il sale e incorporiamolo, lavorando ancora l’impasto per un paio di minuti.

  3. Ungiamo le mani con il burro e dividiamo in due parti uguali l’impasto.

    Mettiamo una parte di impasto nella planetaria e aggiungiamo il cacao, impastando bene per assorbirlo tutto e aggiungiamo il latte (se necessario).

    Ora mettiamo i due impasti in due contenitori capienti e copriamoli con la pellicola trasparente e con il canovaccio. Lasciamoli a lievitare a temperatura ambiente per 4-5 ore, poi in frigorifero per tutta la notte (questa operazione è facoltativa, ma rende le brioche più digeribili).

  4. Una volta trascorso il tempo di lievitazione, togliamo gli impasti dal frigorifero e lasciamoli a temperatura ambiente a riposare per una mezz’ora.

    Poi passiamo alla formatura: formiamo dei serpentelli di 1 cm di spessore (come per gli gnocchi) e lunghi circa 30 cm e attorcigliamoli tra di loro, formando un cordino bianco e nero.

    Poi avvolgiamo il serpentello bicolore su se stesso, formando una chiocciola. Se intendiamo poi farcirli, schiacciamo il centro, formando una conca, dove andremo a mettere un cucchiaino di crema spalmabile ( o la farcitura che abbiamo scelto).

    Formiamo tutte le briochine fino a terminare l’impasto e disponiamole su una teglia coperta da carta forno. Spennelliamo con l’uovo sbattuto e mettiamole a lievitare in forno spento, con luce accesa, per circa 3-4 ore.

    Una volta trascorso anche questo tempo di riposo, cuociamo in forno già caldo a 180°, statico, per circa 35-40 minuti.

Note

Lievitazione: 4-5 ore lievitazione a temperatura ambiente

Maturazione: 1 notte in frigorifero

Formatura: 30 minuti a temperatura ambiente

Inoltre, se avete modo, controllate che l’impasto non superi i 25°. Se così dovrebbe essere, fermatevi e lasciatelo raffreddare un attimo. Poi riprendete la lavorazione.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.