Pan bauletto integrale con lievito madre

Sono sempre alla ricerca di un prodotto light per la colazione di tutti i giorni e devo dire che con questa ricetta, fatta con il mio lievito madre, sono rimasta soddisfatta. Non contiene uova o burro, è molto semplice nel contenuto. Io ne faccio uno stampo, una volta freddo lo taglio a fette e lo metto nel freezer e al mattino lo scaldo con il tostapane, uno di quelli tipo inglesi che, una volta raggiunta la cottura desiderata, spara via la fettina con un “dling”!! Gli spalmo un pò di marmellata…per me è il massimo! Leggero e gustoso.

  • DifficoltàBassa
  • CostoMolto economico
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 200 gfarina integrale
  • 300 gfarina 0
  • 250 gacqua tiepida
  • 100 glievito madre
  • 1 cucchiaiomiele
  • 10 gsale

Strumenti

  • Stampo da Plumcake

Preparazione

  1. Mettete nella ciotola della planetaria con la frusta a foglia (oppure a mano) il lievito madre e fatelo sciogliere con l’acqua. Poi aggiungete le farine e il miele. Quando l’impasto si sarà formato aggiungete il sale e la frusta a gancio, per farlo incordare. Impastate ancora almeno 5 minuti, in modo da fare amalgamare bene tutti gli ingredienti. A questo punto fate riposare l’impasto almeno 30 minuti, coperto con la pellicola (non deve seccarsi).

    Per gli impasti a lunga lievitazione non bisogna mai avere fretta, e qualche minuto in più è sempre meglio di qualche minuto in meno, bisogna avere molta pazienza di attendere.

    A questo punto mettete il vostro impasto sul piano di lavoro con poca semola, giusto quella necessaria per non fare attaccare l’impasto al piano, e fate i giri di pieghe a tre. Prima ripiegate un lato su se stesso, poi quello opposto, poi girate quello trasversale e il suo opposto. E pirlate. Lasciate riposare 20 minuti e ripetete l’operazione.

    In questo modo si saranno formate delle bolle d’aria all’interno dell’impasto e saranno queste che renderanno morbido il vostro pane.

    Mettete la palla ottenuta in un contenitore unto con poco olio, coprite con la pellicola o con un canovaccio umido e lasciate almeno 6 ore in frigorifero.

    Trascorso il tempo di riposo togliete l’impasto da frigo e lasciatelo fuori un’oretta almeno affinchè raggiunga la temperatura ambiente.

    Adesso stendete l’impasto con le mani fino a formare un rettangolo dello spessore di 5/7 mm. La lunghezza dovrà essere uguale a quella dello stampo in cui andrete a cuocerlo. Dunque arrotolatelo fino a formare un rotolo di pasta che metterete nel vostro stampo precedentemente foderato con carta forno.

    Coprite con la pellicola e lasciatelo lievitare 6/8 ore (io tutta la notte).

    A lievitazione ottenuta (il volume dovrà essere raddoppiato) accendete il forno a 200° in modalità statica.

    Mettete sul fondo del forno un pentolino con un pò di acqua. E’ un’accortezza per far sì che sul pane, con il vapore, si formi una crosticina croccante.

    Fate cuocere il vostro pane sul ripiano basso del forno per 40 minuti. Se notate che la crosta si cuoce troppo, negli ultimi 10 minuti mettete un foglio di carta stagnola.

    Terminata la cottura fate raffreddare il pane su una gratella.

    Attendete che sia completamente freddo per farlo a fette.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!