Crea sito

Cornetti sfogliati con lievito madre

Voglia di cornetti ma non di uscire? Ci vogliono quasi due giorni per farli ma ne vale veramente la pena. Io la prima volta che li ho fatti non credevo che potessero uscire così morbidi e sfogliati, come quelli del bar. Fragranti e gustosi sia per la colazione ma anche un dopocena. Io con la mia famiglia durante le sere d’estate è un classico passeggiata e cornetto. Quindi non potevo non cimentarmi nella ricetta, e dopo mille prove finalmente ho trovato quella giusta, collaudata e super. E allora dai mettiamo le mani in pasta e vediamola insieme.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione50 Minuti
  • Tempo di riposo1 Giorno
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni18/20 pezzi
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 530 gfarina 0 (W260/280)
  • 150 glievito madre
  • 80 gzucchero
  • 20 gburro (fuso)
  • 1tuorlo
  • 230 mlacqua
  • 8 gsale
  • 1 cucchiainomiele
  • 1vaniglia (fialetta)

Per la sfogliatura

  • 250 gburro

Per spennellare

  • 1albume
  • q.b.zucchero

Preparazione

  1. Per questa ricetta potete usare sia la planetaria che impastare a mano. Io preferisco impastare a mano, ma i passaggi sono gli stessi.

    In una ciotola (o nel cestello della planetaria) mettiamo l’acqua con il lievito madre. Facciamo sciogliere.

    Una volta sciolto aggiungiamo la farina e impastiamo fino a formare la maglia glutinica.

    Dopo aggiungiamo lo zucchero, il tuorlo d’uovo, il miele ed il sale.

  2. Continuiamo ad impastare.

    Ad impasto quasi finito aggiungiamo il burro fuso e la fialetta di vaniglia.

    Mi raccomando il burro fuso deve essere liquido ma non bollente.

  3. Impastiamo fino a renderlo liscio ed omogeneo.

  4. Dopo di che con l’aiuto del mattarello, formiamo un rettangolo dove lo avvolgeremo nella pellicola e lo riponiamo in frigo minimo 4 ore.

  5. Nel frattempo con la carta forno tagliamo due rettangoli di dimensione pari a 2/3 del rettangolo che formerà l’impasto.

    Esempio: se il rettangolo del burro è 20×30, mentre quello che formeremo con l’impasto sarà 20×45, il lato più lungo sarà più grande di 1/3, questo perché il burro dovrà essere incassato nel rettangolo dell’impasto.

  6. Con il mattarello picchiettiamo sul burro che sarà appunto posto nei due fogli di carta forno, fino a raggiungere la forma desiderata.

  7. In frigo almeno un paio d’ore.

  8. Passiamo ora ad incassare il rettangolo del burro nel rettangolo dell’impasto.

  9. Prendiamo il rettangolo dell’impasto dal frigo, ci adagiamo il rettangolo di burro sopra, tenendo come filo di allineamento un lato.

    Il burro dovrà coprire 2/3 dell’impasto.

    Ribaltiamo ora il pezzo di impasti scoperto dal burro in modo che si sovrapponga.

    Ed infine chiudiamo tutto a portafoglio così da ottenere un saccottino.

  10. Con il mattarello picchiettiamo un pochino in modo da far aderire bene il burro, cercando comunque di non farlo allungare, ma solo allargare.

    Dobbiamo ridargli la stessa forma dell’inizio, così facendo abbiamo la possibilità di ripiegarlo su se stesso, piega a tre e riportarlo alle dimensioni della prima stesura.

  11. Questa operazione va ripetuta per 3 volte facendolo riposare ogni volta almeno 1 ora.

  12. Fatti i 3 giri di pieghe, passiamo a stendere la sfoglia.

    Non dovrà essere né alta ma nemmeno sottile.

    Un rettangolo da 40 cm circa per 20 cm.

  13. (L’altezza più o meno come in foto)

  14. Tagliamo ora la sfoglia, prima a metà e poi dobbiamo ottenere dei triangoli con base di 8 cm circa.

  15. Prendiamo il triangolo di sfoglia, facciamo un incisione sul lato lungo, e lo tiriamo e allunghiamo un pochino, partendo dalla base larga fino alla punta he dovrà poi trovarsi sotto il rotolino.

  16. Tiriamo un po’ l’estremità proprio per dare la classica forma del cornetto.

  17. Una volta data la forma li adagiamo in una teglia coperta di carta forno.

  18. Mi raccomando distanziali bene altrimenti in lievitazione si appiccicheranno. Dovranno triplicare di volume.

    Mettiamo la pellicola e lasciamo lievitare almeno 12/14 ore.

    Nel periodo caldo in frigo, in inverno tranquillamente nel forno spento con lo sportello a spiffero.

  19. Trascorso il tempo di lievitazione, li spennelliamo con l’albume sbattuto e li cospargiamo di zucchero semolato in superficie.

  20. Cuociamo ora in forno statico a 210° per 8 minuti, poi abbassiamo a 170° per 15 minuti o fino a quando non saranno ben dorati.

Consigli

Potete usare anche farine integrale al posto della 0.

Se decidete di farcirli quando state per fare la forma, sul triangolo mette un cucchiaio di marmellata, crema o quello che più vi piace.

Altrimenti potete cucinarli vuoti e prima di servirli li tagliate a metà e li farcite.

Se volete congelarli, dopo che hanno fatto la lunga lievitazione potete metterli nel freezer distanziati tra loro e quando si sono congelati metterli in una bustina.

NOTE

Se ti sono piaciute le mie ricette seguimi su Facebook, Pinterest e Instagram!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lacucinadimartina

Ciao a tutti. Questo blog nasce dalla mia passione per la cucina. Sono un auto didatta e mi piace sperimentare nuovi accostamenti, nuovi gusti. Mi piace impastare, creare dolci, mi piace sorprendere le persone, mi piace la tradizione, ma anche il nuovo e particolare, insomma sono sempre con le mani in pasta. Se ti piace anche a te seguimi e fammi seguire dai tuoi amici :)