Ditalini risottati con borlotti e salsiccia

Piatto gustoso, facile ed economico, questi ditalini risottati con borlotti e salsiccia. Per la loro consistenza possono essere considerati un rustico piatto unico, adatto alle fredde giornate invernali.

Ditalini risottatiDITALINI RISOTTATI CON BORLOTTI E SALSICCIA

Questi gli ingredienti per 4 persone:

-300 g di ditalini o altro tipo di pasta per minestre di vostro gusto
-1 confezione di fagioli borlotti già pronta
-200 g di salsiccia fresca piccante
-500 ml di passata di pomodoro
-2 cucchiai di pecorino grattugiato
-brodo q.b.
-1 cipolla piccola
-½ carota
-1/2 costa di sedano
-qualche foglia di basilico
-olio evo
-sale

Preparazione:

Preparare questi ditalini risottati è facile. L’amido della pasta che non si disperde nell’acqua -generalmente scolata- dà maggiore sapore al piatto.

In un capiente tegame di coccio -in mancanza usatene uno di acciaio- inserite 5 o 6 cucchiai d’olio con il battuto di cipolla, carota e sedano.

Lasciate appassire per qualche minuto, poi aggiungete la salsiccia lasciandola intera: potrete così tagliarla a fettine in un secondo momento.

Fate soffriggere il tutto ancora per pochi minuti e poi inserite la passata di pomodoro, lasciate che cuocia a fiamma moderata ancora circa quindici minuti e poi aggiungete i fagioli borlotti già lessati.

Salate e insaporite con qualche foglia di basilico tritata.

Al primo bollore, calate i ditalini mescolando spesso in modo che non si attacchino; lasciate che assorbano tutto il liquido, poi aggiungete qualche mestolo di brodo bollente. Pochi minuti prima del termine della cottura spellate e tagliate a rondelle la salsiccia in un piatto, per poi rimetterla nel tegame; aggiungete due cucchiai di pecorino, mescolate e lasciate riposare un attimo prima di servire.

Volendo, se non avete fretta, invece dei borlotti in scatola, potete utilizzare i legumi secchi lessandoli da voi. Utilizzatene circa 300 gr. Metteteli in una ciotola piena d’acqua a bagno la sera prima; la mattina scolateli, aggiungete acqua fresca e lessateli a fiamma bassa, ma a bollore continuo, a tegame coperto per almeno due ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.