Cozze ripiene gratinate

La parte più noiosa per preparare queste prelibate cozze ripiene gratinate è sicuramente quella di doverle pulire, ma se voi, come me, le acquistate già pulite, realizzare il piatto vi sarà semplice e risulterà anche abbastanza veloce. Che dire del risultato? E’ assicurato: queste cozze sono buonissime!

Cozze ripiene gratinate
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    20 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • 2 kg Cozze
  • 2 cucchiai Pangrattato
  • 2 fette Pane casereccio raffermo
  • 1 cucchiaio Pecorino
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 mazzetto Prezzemolo
  • q.b. Olio extravergine d’oliva
  • q.b. Sale
  • q.b. Pepe bianco

Preparazione

  1. Se non avete comprato le cozze già pulite, armatevi di pazienza e con una spugnetta nuova, pulita, sotto l’acqua corrente lavate ogni cozza con cura, eliminando tutti i residui e i filamenti eventualmente attaccati alle valve.  Se invece avete acquistato delle cozze già pulite dovete solo sciacquarle abbondantemente sotto l’acqua. Quando le cozze sono pulite versatele in un capiente tegame e coprite, a fiamma sostenuta fatele aprire.  Appena conclusa questa operazione levatele dal fuoco e scolatele, avendo cura di conservare il liquido che hanno sprigionato. Lasciate intiepidire le cozze e poi, per ognuna, eliminate una valva lasciando attaccata la cozza vera e propria all’altra valva; man mano che svolgete questa operazione allineate le cozze in una pirofila da forno, su un unico strato, senza accavallarle. Completate questa operazione con tutte le cozze.

  2. Preparate ora la panatura per riempire le cozze: in un mix da cucina inserite due cucchiai di pangrattato, due fette di mollica di pane raffermo, un cucchiaio di pecorino, uno spicchio d’aglio e abbondante prezzemolo. Frullate il tutto, versatelo in una ciotola, aggiungete sale e una macinata di pepe bianco, due cucchiai d’olio e il liquido rilasciato dalle cozze che prima dovete aver cura di filtrare. Mescolate il tutto e versate su ogni cozza disposta sulla pirofila un cucchiaino di questo composto. Irrorate con altro poco olio e infornate per circa dieci minuti a 190° forno preriscaldato o comunque fino a quando la superficie non risulterà dorata.  Questo piatto è gustoso servito sia caldo che freddo.

    Se vuoi seguire le mie ricette, tanti video e le novità vai sulla mia pagina Facebook La cucina di Mara, se ti fa piacere lascia un like, grazie!

Note

Le cozze sono poco costose, ma se si trovano freschissime sono deliziose, adatte sia per primi che per secondi piatti. Vi consiglio di guardare anche la mia ricetta degli spaghetti con brodetto di cozze: da leccarsi le dita!

Precedente Sfogliatine con ricotta e gocce di cioccolato Successivo Pasta gamberetti e zucchine ideale per buffet

2 commenti su “Cozze ripiene gratinate

  1. Scusami ma devo correggerti, perchè quelle della ricetta sono solo cozze gratinate e non ripiene. Comunque va bene lo stesso. Se le cozze si fanno pulire dal pesciaio, è bene cuocerle subito, perchè quando le puliscono vengono sbattute e dopo un po muoiono e si aprono, perdendo il loro liquido. A casa si possono pulire, mettendole in una busta con sale grosso e poi frettare per un po, poi vanno sciacquate sotto l’acqua fresca, private del bisso, e se ancora eresiste qualche incrostazione o filamento, eliminarlo con una grattina. A questo punto andrebbero aperte a crudo, ma se non si è esperti evitate, perchè le scannereste, allora è meglio farle aprire al vapore e poi fare come nella ricetta.
    Un trucchetto goloso, io ne compro sempre un kg in più, 2 kg le apro a crudo, e 1 kg lo apro a vapore, che poi aggiungo bentritati con la mezza luna alla panure di pangrattato mollica aglio ecc. Vedrete che quando magerete queste cozze, vi parrà di averne due in bocca.
    Chiedo scusa se l’ho fatto lunga, ma sono un cultore della cozza e sono pergiunta un tarantino verace trasferitosi a Genova.

    • lacucinadimara il said:

      Grazie Pino, lei è stato molto esaustivo nella sua spiegazione, ha lasciato a me e spero anche in chi mi segue utili consigli che metterò in pratica la prossima volta che acquisto e cucino le cozze. Buona giornata.

Lascia un commento

*