Albicocche sciroppate

Preparare le albicocche sciroppate è un’operazione semplice che vi impegnerà poco tempo e sarà utile per smaltire le eccedenze di albicocche per poi ritrovarle in dispensa, a propria disposizione, nei mesi invernali. Preparate le albicocche in questo periodo in cui sono di stagione e costano poco o, come nel mio caso, preparatele se avete in giardino un albero che ha prodotto molti deliziosi frutti.

Albicocche sciroppate
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni3 vasetti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgalbicocche (non eccessivamente mature)
  • 300 gzucchero
  • 500 mlacqua
  • 1limone (non trattato )
  • 1 pizzicocannella in polvere

Strumenti

  • 2 Casseruole
  • Coltello
  • 3 Vasetti

Preparazione

  1. Per realizzare le albicocche sciroppate scegliete frutti integri e non eccessivamente maturi.

  2. Lavate e asciugate con cura le albicocche, tagliatele in due e rimuovete il nocciolo.

  3. Man mano che dividete e denocciolate le albicocche, mettetele in una casseruola, aggiungete il succo di limone, lo zucchero, un pizzico di cannella e l’acqua.

  4. A operazione terminata portate la casseruola sulla fiamma e, a fuoco dolce, fate sciogliere lo zucchero e lasciatele cuocere per circa dieci minuti.

  5. Spegnete la fiamma, travasate le albicocche in barattoli di vetro ben sterilizzati e asciutti, copritele con lo sciroppo di acqua e zucchero formatosi in cottura, chiudete bene i barattoli, inseriteli in una pentola e copriteli di acqua, portate la pentola sul fuoco e dal momento del bollore lasciate cuocere per venti minuti.

  6. Trascorso questo tempo spegnete e lasciate che si raffreddino nella pentola con l’acqua.

  7. Con poco impegno avrete ottenuto un prodotto delizioso che, se ben conservato durerà fino a sei mesi.

  8. Potete consumare le albicocche sciroppate così come sono oppure potete utilizzarle per preparare crostate o altri dolci a vostra scelta.

Se volete preparare altra frutta sciroppata cliccate QUI per le pesche, mentre se vi piacciono i fichi sciroppati cliccate QUI e non lasciatevi sfuggire le prugne sciroppate al maraschino cliccando QUI

Consigli:

I vasetti una volta aperti vanno conservati in frigorifero.

Se vi piacciono le mie ricette casalinghe potete seguirmi anche su Facebook, Pinterest, Twitter e Instagram

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.