Polenta con cervo al Barolo

La polenta con cervo al Barolo è l’ideale quando ci si vuole concedere un caldo momento conviviale, soprattutto se il tempo fuori è freddo e uggioso. E’ un ottimo secondo piatto molto gustoso adatto ad ogni occasione.Polenta con cervo al barolo

Ingredienti per 4 persone:

Per la polenta:

  • 2 litri di acqua
  • sale q.b.
  • 500 gr. farina gialla bramata

Per il cervo al Barolo:

  • 1 kg di polpa di cervo
  • 1 carota grossa, 1 cipolla grossa e 2 gambe di sedano
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 foglie di alloro, 3 chiodi di garofano, noce moscata, qualche bacca di ginepro
  • sale e pepe q.b.
  • 1 bottiglia di Barolo

 

Preparazione:

Mettete, il giorno precedente, la polpa di cervo tagliata a tocchetti in un recipiente ed unite la carota, la cipolla, il sedano tagliati grossolanamente, l’aglio, l’alloro, i chiodi di garofano, la noce moscata, le bacche di ginepro, sale, pepe ed irrorate con il Barolo fino a coprire il tutto. Mettete un coperchio o coprite con la pellicola trasparente e riponete in frigo fino al momento della cottura.

Il giorno dopo fate sgocciolare la carne dalla marinata, trasferite in un tegame capiente con olio e burro e fate rosolare per bene la carne a fuoco vivo. A questo punto versate sulla carne la marinata con le verdure, lasciate evaporare l’alcool del vino, aggiustate di sale, coprite ora con un coperchio e fate cuocere a fuoco lento per circa 2 ore. Non lasciate che il fondo di cottura asciughi troppo.

Terminata la cottura, trasferite con l’aiuto di un cucchiaio la carne su un piatto e con un frullatore ad immersione frullate bene l’intingolo di verdure. Riunite i tocchetti di carne nel sughetto e mescolate bene per amalgamare il tutto.

Nel frattempo preparate la polenta. Fate bollire i due litri di acqua salata, raggiunto il bollore versate a pioggia la farina gialla continuando a mescolare con l’aiuto di una frusta, in modo da non formare grumi, finché il composto non si addensa. Proseguite la cottura per circa un’ora a fuoco basso, mescolando di tanto in tanto con un mestolo di legno.

Ora che tutto è pronto impiattate e servite ben caldo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.