Marmellata di susine rosse passata

La marmellata di susine rosse passata è perfetta per addolcire le vostre giornate senza aggiungere troppi zuccheri alla propria dieta. La ricetta di marmellata che vi propongo, contiene come per la composta una maggiore quantità di frutta ed una minore quantità di zuccheri aggiunti. Potete conservarla tranquillamente per tutto l’anno, in un luogo fresco, asciutto e buio.

Marmellata di susine rosse passata

Marmellata di susine rosse passata

Ingredienti:

  • 1 kg di susine rosse fresche biologiche in pezzi
  • 350 gr di zucchero semolato
  • 1 passa verdure con il dischetto con fori medi
  • vasetti in vetro sterilizzati(scegliete voi di quale dimensione) con coperchio
  • 1 contenitore di plastica spessa, per i vasetti caldi pronti
  • 4 canovacci spessi

Una cosa molto importante è la sterilizzazione dei vasetti in vetro. Scegliete voi quello più comodo per voi. Sicuramente ognuno di voi avrà il suo metodo ma se così non fosse, mi permetto di consigliarne tre.

Il primo è la sterilizzazione in lavastoviglie con lavaggio completo e ad alta temperatura. Il secondo è la sterilizzazione in forno caldo a 110 gradi per 20 minuti, naturalmente senza coperchio. L’ultimo è la bollitura dei vasetti in acqua bollente per 20 minuti, sempre senza coperchio. Se decidete per la bollitura, ricordatevi di proteggere i vasetti vuoti con dei canovacci in modo da evitare urti. Mettete un canovaccio anche sul fondo della pentola, prima di riempirla con i primi vasetti. L’acqua deve bollire dolcemente, non abbiate fretta. I tappi vanno sterilizzati separatamente in acqua bollente per 10 minuti, facendo bollire anch’essi dolcemente.

Una volta sterilizzati i vostri vasetti, pensiamo alla preparazione della composta.

Utilizzate esclusivamente frutta biologica è senza dubbio la migliore per questa preparazione. Lavate accuratamente le vostre susine rosse e mature, lasciatele scolare nel colapasta e prendete una ciotola capiente che ci servirà prima della cottura.

Con un coltello, private le susine dal nocciolo e da eventuali ammaccature, se la buccia è integra, non toglietela ma lasciatela attaccata alla polpa. Fate così per tutte le vostre susine, facendo attenzione a non lasciare parti non commestibili.

Pesate la vostra frutta in pezzi e versatela in una pentola in acciaio dai bordi alti. Passate la pentola con la frutta sul fuoco, lasciatela andare per circa 10 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Aggiungete lo zucchero semolato, mescolate facendo attenzione se dovesse schiumare. Se così fosse, con l’aiuto di un mestolo, togliete la schiuma e buttatela, in modo da ottenere una composta di susine rosse passata limpida.

Portate a cottura, solitamente bastano tra i 30 e i 45 minuti. Per essere certi che sia pronta, prendete un cucchiaino di marmellata, se raffreddandosi diventa soda e corposa, vorrà dire che è al punto giusto.

Preparate il passa verdure con il dischetto dai fori medi e ponetelo su un altra pentola in acciaio. Versate un pochino alla volta la vostra composta di susine rosse e passatela bene, in modo che la buccia e la polpa diventi sottile ed impercettibile.

Versate la marmellata di susine rosse passata e calda nei vasetti sterilizzati, chiudeteli e lasciateli freddare(con il tappo verso di voi) in un contenitore rivestito di canovacci spessi, copriteli anche sopra e lasciateli così al caldo per circa 2 giorni. Riempiteli quasi fino all’orlo, una volta fredda si addenserà.

Non togliete i vasetti da questo loro “nido ” finché non sono perfettamente freddi. Prima di riporli in dispensa sciacquateli esternamente per eliminare tracce di composta. Io li conservo al buio per oltre un anno.

Spero che la mia ricetta sia di vostro gusto.

Se volete potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Precedente Calzoni ripieni con peperoni Successivo Ricetta frittata di fagiolini e salsiccia

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.