Corona di pasta sfoglia salata

Come si può resistere alla corona di pasta sfoglia salata!? Una bella ricetta da poter riproporre in diverse varianti. Potete sostituire il prosciutto cotto con il salame, la salsiccia secca, la mortadella…Insomma, potete arricchirla come preferite, l’importante è che gli ingredienti non siano ricchi di acqua, altrimenti rischierete che la pasta sul fondo resti troppo morbida o molliccia.

Corona di pasta sfoglia salata d
  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    50 minuti
  • Porzioni:
    6 persone
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

  • Pasta Sfoglia rotonda 1 rotolo
  • Ricotta vaccina 400 g
  • Formaggio grattugiato 60 g
  • Uova 3
  • Prosciutto cotto 120 g
  • Pepe 2 pizzichi

Preparazione

  1. Lasciate fuori dal frigorifero la pasta sfoglia, lasciatela acclimatare per un paio di minuti prima di aprirla.

  2. Srotolate la pasta e ponetela su una teglia da ciambellone poi con un coltello, senza graffiare la teglia, create un taglio a croce nel centro della pasta sfoglia.

  3. Corona di pasta sfoglia salata

    Se la teglia è antiaderente, io solitamente evito di ungerla. Se così non fosse, vi consiglio sempre di ungerla con un pochino con il burro prima di sistemare al suo interno la pasta sfoglia.

  4. Sistemate la pasta all’interno dello stampo, lasciando come da foto, i bordi ben aperti.

  5. Lavorate in un contenitore capiente la ricotta sgocciolata con le uova intere, il pepe, il formaggio grattugiato ed il prosciutto cotto in fette tagliato in pezzi.

  6. Io ho utilizzato del grana come formaggio ma voi utilizzate il vostro preferito. Non ho mai salato, secondo me non è necessario.

  7. Versate il composto nella teglia rivestita di pasta sfoglia, ripiegate i bordi ed infornate in forno ventilato già caldo a 180 gradi per circa 45-50 minuti.

  8. Controllate la cottura infilzando la corona di pasta sfoglia salata con uno stuzzicadenti, se la farcitura vi sembra soda, vuol dire che è pronta.

  9. Lasciatela intiepidire, prima di sfornarla, eviterete così la sua rottura.

  10. Se volete potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Precedente Spezzatino alla birra Successivo Chiacchiere di Carnevale, ricetta di Iginio Massari

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.