Crea sito

Confettura di susine gialle

Adoro preparare in casa le mie confetture di frutta fresca. Le ripongo in dispensa e poi in inverno le utilizzo per la prima colazione, per preparare dolci e biscotti. Quando preparate in casa le conserve, mi raccomando sempre di sterilizzare nel modo giusto i contenitori che poi andrete ad utilizzare. Cliccando qui, troverete tutte le indicazioni per farlo in modo corretto, così come consigliato da Food Safety & Technology In questo periodo sono già “mani in pasta” con la confettura di susine gialle, una versione dolce ma non troppo, ideale per tutta la famiglia.

Confettura di susine gialle d
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:20 minuti
  • Cottura:1 ora

Ingredienti

  • Susine gialle 1 kg
  • Zucchero 400 g

Preparazione

  1. Lavate ed asciugate le vostre susine gialle, privatele del picciolo, delle zone scure(se presenti) e del nocciolo. Lasciate tranquillamente la buccia, sia se decidete di passarla come ho fatto io, che se preferite lasciarla in pezzi.

  2. Versate le susine gialle in una pentola, aggiungete lo zucchero e cominciate la cottura. Non lasciate il fuoco troppo alto, la frutta ha bisogno di cuocere e asciugare. Mescolate sempre, in modo che la frutta non attacchi.

  3. Per essere certi che la confettura sia pronta, fate la prova del piattino. Prendete una piccola porzione con un cucchiaino e ponetela in un piattino se non scivola subito vuol dire che è pronta.

  4. Passate la confettura bollente, nel passaverdure con disco medio o sminuzzatela con un mixer ad immersione. Mescolate bene ed invasate subito i vostri vasetti, chiudeteli ben stretti.

  5. Rivestite un contenitore con due canovacci spessi, sia il fondo che le pareti. Ponete i vasetti caldi all’interno, con il tappo verso l’alto, poi copriteli con altri canovacci e lasciateli così al caldo. Raffreddandosi si creerà il sottovuoto.

  6. Se preferite non passare la vostra confettura di susine, invasatela subito una volta pronta poi seguite lo stesso procedimento.

  7. Una volta che i vasetti si saranno raffreddati, puliteli esternamente se necessario, e conservateli in dispensa.

  8. Se volete potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.