Carciofi spadellati

I carciofi spadellati, sono un contorno leggero e saporito. Potete utilizzare qualsiasi varietà di carciofi, la ricetta si presta ad ognuno di essi. Sono molto semplici e veloci da preparare, richiedono pochi ingredienti, perfetti per accompagnare i vostri secondi piatti. Ci vuole davvero poco, volendo potete renderli leggermente piccanti con l’aggiunta di un pizzico di peperoncino…

Carciofi spadellati d

 

Carciofi spadellati

Ingredienti:

  • 6 carciofi grandi (va bene qualsiasi tipo)
  • 2 scalogni
  • 2 peperoncini (facoltativi)
  • 10 pomodori pachino
  • 4 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 pizzico di origano
  • 1 limone
  • sale q.b.
  • prezzemolo q.b.

Quando acquistate i carciofi, prestate attenzione a pochi ma importanti dettagli. Le foglie e il gambo dei carciofi, devono essere di un bel verde uniforme, sodi e compatti, tutti indicatori di freschezza e qualità.

Per pulirli, indossate i guanti o vi ritroverete con le mani di un bel marroncino, piuttosto difficile da eliminare subito.

Preparatevi  in una ciotola una soluzione di acqua e succo di limone, in modo da poterci immergere i carciofi puliti per evitare che scuriscano.

Non buttate i gambi ma privateli della parte dura e tagliateli in pezzi grossolani.

Eliminate dai carciofi, le foglie esterne dure e l’eventuale “barbetta” nel suo interno, tagliate anche la parte più tenera in pezzi e immergete anch’essa in acqua e limone.

In una padella bassa antiaderente, lasciate scaldare i 2 cucchiai d’olio, lo scalogno e il peperoncino tritato, l’ origano e in ultimo i carciofi che precedentemente avrete sciacquato e scolato con cura.

Mescolate il tutto in padella, coprite e lasciate cucinare per circa 8 minuti.

Unite a questo punto la passata di pomodoro ed i pomodori pachino tagliati a metà. Volendo potete sostituirli con quelli in barattolo, vanno bene lo stesso.

Completate la cottura, salate e arricchite se piace, con del prezzemolo tritato.

Solitamente li servo tiepidi, magari per accompagnare un secondo piatto ma sono ottimi anche così, da soli.

Se dovessero avanzare, conservateli una volta freddi in frigorifero, chiusi in un contenitore nella zona più fredda.

Se volete potete seguirmi anche sulla pagina Facebook

 

Precedente Insalata di piselli Successivo Fave fresche fritte

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.