Risotto con la luganega

Ogni ultimo giovedì di gennaio a Canzo, il mio bellissimo paese che si trova nel Triangolo Lariano in provincia di Como, si festeggia la Giubiana e si mangia il tradizionale risotto con la luganega. Ho preparato la versione con lo zafferano, ma spesso si fa anche senza. A me personalmente piace tanto lo zafferano e allora ho preferito aggiungerlo!

A Canzo la festa della Giubiana viene organizzata dalla “Cumpagnia di Nost“, un’associazione che si occupa del recupero e della difesa della cultura locale nei suoi vari aspetti e che durante l’anno organizza eventi bellissimi, tra cui anche la Biofera, una delle più grande feste del biologico a livello nazionale e che si tiene ogni secondo weekend di settembre. Ecco invece che cosa scrivono sulla festa della Giubiana:

“Antico rito della cultura rurale, secondo una tradizione tipica delle terre di Brianza ove, bruciando come in un rito di purificazione il fantoccio della Giubiana, si propiziava simbolicamente l’andamento della stagione futura. Il rito si compie l’ultimo Giovedì di Gennaio, in concomitanza con i trìì dì da la merla, i più freddi dell’anno, con un grande falò: dal modo in cui si bruciava e dalle modalità di diffusione del fumo si traevano auspici di buona o cattiva fortuna.

La Giubiana, vecchia e brutta come la stagione trascorsa, viene accompagnata per le vie del centro storico con un corteo di simbologie rurali rumoroso e festante (i bagaj fan rebelott) ed al suono lugubre dei tamburi. L’atmosfera del corteo è resa suggestiva dal buio, dalla luce delle fiaccole e dai tanti personaggi simbolici” (dal sito della “Cumpagnia di Nost“)

Ingredienti per il risotto con la luganega per 4 persone:

  • 350 gr. di riso carnaroli
  • 50 gr. di burro
  • 1 piccola cipolla
  • 200 gr. di luganega (un tipo di salsiccia lunga e stretta)
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • brodo di carne quanto basta
  • 100 gr. di parmigiano reggiano grattugiato
  • una bustina di zafferano (facoltativo)
  • sale q.b.
  • pepe nero macinato fresco q.b.

Sbucciate e tritate la cipolla. Tagliate la metà della luganega a tocchetti e sbriciolate l’altra metà.

Sciogliete 25 grammi di burro in una casseruola e rosolate la cipolla con la salsiccia sbriciolata per tre-quattro minuti a fiamma dolce. Aggiungete il riso e tostatelo per un minuto circa, dopodiché sfumate con il vino bianco. Adesso potete iniziare ad aggiungere il brodo caldo un mestolo alla volta.

Nel frattempo rosolate i tocchetti di luganega in una padella antiaderente senza aggiungere alcun condimento, fino a quando la salsiccia sarà cotta.

Aggiungete la bustina di zafferano dopo circa dieci minuti dall’inizio della cottura del risotto.

Controllate la cottura del risotto con la luganega e quando è quasi cotto aggiungete il parmigiano grattugiato, i tocchetti di luganega e il burro rimasto. Spegnete la fiamma, mescolate e coprite la casseruola. Lasciate riposare il risotto per un paio di minuti. Assaggiate il risotto con la luganega e aggiustatelo eventualmente di sale e pepe.

Distribuite il cremoso risotto con la luganega nei piatti e servite altro parmigiano reggiano grattugiato a parte.

Buon appetito! Eet smakelijk!

Vi è piaciuta questa ricetta? Venitemi a trovare allora anche su Facebook, ne La cucina di Hanneke, risponderò personalmente a tutte le vostre domande, oppure seguitemi su Twitter e Pinterest!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.