Girelle di pizza alla rucolaHo preparate delle girelle di pizza alla rucola preparando l’impasto con il lievito e la farina, ma se avete poco tempo, potete anche usare la pasta per pizza in rotolo! I tempi di cottura cambiano però, bastano 10 minuti nel forno caldo a 220°C.

Girelle di pizza alla rucola

  • 500 gr. di farina 00
  • 1 bustina di lievito secco da 7 gr.
  • poco zucchero
  • un grosso pizzico di sale
  • 2 cucchiai di olio d’oliva
  • salsa di pomodoro q.b.
  • peperoncino macinato q.b.
  • origano q.b.
  • una manciata di rucola
  • 100 gr. di pecorino grattugiato

Sciogliete il lievito insieme a poco zucchero in un po’ di acqua tiepida. Mescolate la farina  al sale e aggiungete 300 ml di acqua tiepida, il lievito sciolto e l’olio d’oliva. Lavorate l’impasto per almeno 10 minuti, fino ad ottenere una pasta molto elastica. Aggiungete al bisogno altra acqua oppure farina.

Formate una palla, ponetela in una ciotola e copritela con la pellicola trasparente. Lasciate riposare l’impasto per 45-60 minuti fino a quando la pasta si sarà raddoppiata di volume.

Preriscaldate il forno a 200°C.

Stendete la pasta con il mattarello su un piano infarinato fino ad ottenere un sfoglia rettangolare. Distribuite un velo di salsa di pomodoro, la rucola, l’origano, il peperoncino e il formaggio sulla sfoglia di pasta. Lasciate liberi i bordi. Arrotolate la sfoglia e tagliatela in fette dello spessore di 2 cm.

Mettete le fette arrotolate su una placca da forno rivestito di carta forno. Coprite con uno strofinaccio e lasciate lievitare di nuovo. Le girelle devono raddoppiare di volume.

Cuocete le girelle di pizza alla rucola per 20 minuti nel forno caldo, fino a quando saranno dorati e cotti.

Buon appetito! Eet smakelijk!

Vi è piaciuta questa ricetta? Venitemi a trovare allora anche su Facebook, ne La cucina di Hanneke, risponderò personalmente a tutte le vostre domande, oppure seguitemi su Twitter e Pinterest!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.