Crea sito

PAPPARDELLE AL SUGO DI CIANGHIALE

Oggi vi propongo un primo prettamente invernale, dai sapori molto forti, ma che con qualche accortezza in più può essere assaporato anche da chi non è un amante del gusto così intenso del cinghiale.
Non è certamente un primo piatto da tutti i giorni, per la particolarità di carne adoperata, così come per i tempi di preparazione, ma personalmente è un piatto che propongo spesso in cucina perché molto amato dalla mia famiglia.


  • DifficoltàMedia
  • CostoMedio
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura4 Ore
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti marinatura

  • 1/2 kgcinghiale
  • 2 spicchi di aglio
  • 1cipolla bianca
  • 3carote
  • 4foglie di alloro
  • 1costa di sedano
  • 2chiodi di garofano
  • 1/2 lvino rosso
  • 3cucchiai di olio extra vergine di oliva

ingredienti per il sugo

  • 3 lsalsa di pomodoro
  • 1carota
  • 1 spicchio aglio
  • 1costa di sedano
  • q.b.noce moscata
  • q.b.sale
  • 1cucchiaio di olio extra vergine di oliva

ingredienti per la pasta

  • 700 gr pappardelle all’uovo (si consigliano quelle fresche)

strumenti per la marinatura

  • 1 Ciotola
  • 1 Cucchiaio di legno
  • Pellicola per alimenti

strumenti per il sugo

  • 1 Pentola di terracotta
  • 1 Cucchiaio di legno
  • 1 Coperchio

PREPARAZIONE DELLA MARINATURA

La sera prima, del vostro pranzo o della vostra cena in cui andrete a servire le pappardelle al sugo di cinghiale, mettete a macerare lo spezzatino di cinghiale in una ciotola, mi raccomando non togliete il grasso dai pezzi di carne perché servirà a dare morbidezza.
Aggiungete l’aglio, la cipolla,la costa di sedano, che avrete precedentemente tagliato a pezzettini, le fogli di alloro intere, i chiodi di garofano,l’olio extra vergine di oliva ed infine il vino rosso, il quale dovrà coprire per bene il cinghiale, quindi se 500 ml dovessero risultare pochi, aggiungete altro vino o al contrario diminuitene la dose.
Mescolate il tutto con il cucchiaio di legno, io lo faccio con le mani perché amo sentire gli ingredienti unirsi e amalgamarsi tra loro.
Coprite con la pellicola e lasciate riposare in frigorifero fino al mattino.

PREPARAZIONE DEL SUGO
  1. Il giorno seguente tirate fuori dal frigorifero,almeno mezz’ora prima della preparazione,il vostro recipiente.

    Togliete la pellicola e mescolate per bene il contenuto.

    Nel frattempo, in una pentola di terracotta, per chi non l’avesse ovviamente va bene la pentola che usate solitamente per il ragù, versate un cucchiaio di olio extra vergine di oliva e mettete la pentola sul fuoco, quando l’olio si sarà leggermente riscaldato aggiungete il soffritto, formato da aglio, carota e sedano, che avrete precedentemente tagliato a pezzettini piccoli o per chi preferisse può lasciarli anche a pezzi grandi, in modo da toglierli dal sugo una volta pronto. Intanto che il vostro soffritto rosola, mischiandolo di tanto in tanto e abbassando la fiamma del fornello al minimo, andrete a togliere il cinghiale dalla marinatura , lasciando l’acqua di marinatura da parte, perchè vi servirà per sfumare il cinghiale.

    A questo punto aggiungete il cinghiale al soffritto, mescolate e quando avrà cambiato colore ( dovrà essere come la foto che vedete allegata), andrete ad aggiungere 3 mestoli dell’acqua di maceratura, lasciando sfumare per bene per 5 minuti.

    Una volta che la carne avrà assorbito un pò del liquido e allo stesso tempo sarà sfumato, versate i 3 litri di salsa di pomodoro. Una piccola accortezza, quando avrete svuotato le bottiglie di salsa, aggiungete sempre un pò di acqua calda nella bottiglia, meno della metà, che andrete poi ad aggiungere al sugo. Mescolate per bene, aggiungete un pò di noce moscata, aggiustate con il sale, coprite con un coperchio e lasciate cuocere a fiamma moderata per 3/4 ore ( molto dipende dalla pentola che userete)

PREPARAZIONE DELLA PASTA

  1. Portate ad ebollizione l’acqua per la pasta, salatela e aggiungete un filo di olio per evitare che la pasta fresca si attacchi al fondo della pentola e tra di essa.

    Una volta che la vostra pasta sarà cotta, scolatela e aggiungete il sugo di cinghiale.

    Personalmente, in una ciotola molto capiente, metto un pò di sugo sul fondo, poi la pasta e ancora sugo, mescolo per bene e poi impiatto.

    Per chi volesse, ci si può ovviamente aggiungere una bella spolverata di formaggio, ma anche senza sono ottimi……E BUON APPETITO!!!!!

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.