TRECCINE DOLCI AI SEMI (IMPASTO CON LE PATATE)

E’ con grande piacere che io e le mie colleghe della Rubrica Il Granaio apriamo, come sempre ogni primo e terzo giovedì del mese, le porte alla nuova stagione dei lievitati e non solo! Vi confesso che queste treccine che vi propongo oggi, sono state realizzate a fine agosto per le necessarie tempistiche di realizzazione, stesura sul blog e pubblicazione programmata. Faceva ancora un caldo incredibile, e accendere il forno è stato uno sforzo sovraumano, ampiamente ricompensato tuttavia dalla morbidezza e fragranza di questo magnifico impasto con le patate! Se non avete mai realizzato delle brioches con l’aggiunta di questi tuberi, è proprio arrivato il momento di allacciarvi il grembiule e provare a sperimentarle. Sono profumatissime e di un soffice incredibile, che si manterrà anche all’indomani! Perfette per la colazione, ma onestamente io ci ho fatto anche merenda! Sono andate via come il pane e credo proprio che le ripreparerò molto presto. Per una versione ancora più golosa, potrete anche farcirle con nutella, marmellate o creme spalmabili a vostra scelta, e portarle con voi ovunque vogliate! Io le ho guarnite con semi di lino e di sesamo neri, ma nulla vieta di aggiungere del cioccolato o semplicemente dello zucchero a velo. Fatemi sapere mi raccomando!

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni12 treccine
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

  • 500 gfarina Manitoba
  • 3patate (piccole già lesse)
  • 1uova
  • 130 gzucchero di canna
  • 75 gburro (morbido)
  • 7 glievito di birra disidratato
  • 6 gsale
  • 1aroma all’arancia (o scorza grattugiata di un limone non trattato)
  • 20 mllatte (all’accorrenza)

Per guarnire:

  • q.b.latte (per spennellare)
  • q.b.semi di lino
  • q.b.semi di sesamo nero

Preparazione:

  1. In una capiente terrina schiacciate le patate ancora calde con una forchetta (fig. 1).

  2. Aggiungere il burro morbido e continuare a lavorare il composto con la forchetta (fig. 2).

  3. Una volta ottenuto un composto omogeneo, incorporate l’uovo e lo zucchero (fig. 3).

  4. Lavorate ancora fino al completo assorbimento degli ingredienti quindi unite il sale (fig. 4).

  5. Poco alla volta aggiungete anche la farina setacciata e iniziate ad aiutarvi con un mestolo di legno (fig. 5).

  6. Unite l’aroma all’arancia, ma se avete della scorza non trattata ancora meglio (fig. 6).

  7. Nell’ultima porzione di farina da aggiungere, unite anche il lievito disidratato (fig. 7).

  8. A questo punto lavorate il composto con le mani, prima direttamente in ciotola (fig. 8).

  9. Se l’impasto lo dovesse richiedere, potrete aggiungere poco latte alla volta (fig. 9).

  10. Quindi, trasferite su un piano di lavoro non infarinato e continuate ad impastare energicamente (fig. 10).

  11. Dovrete ottenere una palla omogenea. Disponetela nella terrina in cui avete lavorato, coprite con un canovaccio e fate lievitare fino al raddoppio del suo volume. Ci vorranno circa 2 h (fig. 11).

  12. Trascorso il tempo di lievitazione, fate scivolare l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e dividetelo prima in sei grosse porzioni e successivamente dividete a metà ciascuna di esse (fig. 12).

  13. Dovrete ottenerne 12 porzioni da 100 grammi circa (fig. 13).

  14. Lavorate ciascuna porzione creando dei cordoncini lunghi circa 30 cm (fig. 14).

  15. Intrecciateli creando due giri (fig. 15).

  16. Quindi sigillate con le dita la parte finale dei due lembi (fig. 16).

  17. Procedete così con tutte le altre porzioni, disponendo le trecce ben distanziate in una teglia rivestita con carta da forno (fig. 17).

  18. Mettete a lievitare altre 2 h in forno spento con luce accesa fino al raddoppio del loro volume. Quindi spennellate la superficie con poco latte (fig. 18).

  19. Guarnite con i semi misti (fig. 19).

  20. Mettete in forno preriscaldato a 180°C per 20′ (fig. 20).

  21. Dovranno dorare ma non troppo. Sfornate e lasciate intiepidire completamente a temperatura ambiente (fig. 21).

  22. Potrete gustarle così o spolverizzare con dello zucchero a velo, oppure tagliarle a metà e farcirle con confetture di marmellata, creme dolci spalmabili ecc.

  23. Rimarranno soffici fino al giorno dopo all’interno di un contenitore a chiusura ermetica o in un sacchetto del pane ben chiuso.

  24. E voilà…le vostre treccine ai semi con impasto alle patate sono pronte per essere gustate!

  25. Buon Appetito dalla cucina di FeFè!

Ed eccoci al tanto attesissimo primo appuntamento di Settembre con la rubrica Il Granaio – Baking Time. Vi consiglio per chi non lo sapesse ancora, di dare un’occhiata alla pagina Facebook per ammirare le altre incredibili proposte delle mie colleghe. Potrete così scoprire sfiziose ricette di impasti lievitati dolci e salati, ma anche prodotti da forno, torte salate, da credenza che sapranno indubbiamente ingolosirvi e tentarvi! 

Se vi ho incuriosito, vi lascio qui le loro preparazioni di oggi!

Carla pane allo zafferano

Sabrina Ciambella al caffè e latte caldo (vegetale)

Simona pane tipo 2 con farina lombarda e lievito madre

Zeudi Treccia rustica con feta cipolle e olive

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

8 Risposte a “TRECCINE DOLCI AI SEMI (IMPASTO CON LE PATATE)”

  1. Ciao Federica! Una ripartenza dolcissima con queste treccine. Molto interessante l’uso delle patate nell’impasto dolce, dovrò rifare la tua ricetta appena riesco perché mi incuriosisce davvero molto. Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.