TRECCIA DI PANBRIOCHE CON CREMA DI ARANCIA

E’ ufficiale! Non si trova più il lievito di birra! Beh, a meno che io non riesca a trovarmi già in fila alle nove del mattino al momento dell’apertura dei supermercati per accaparrarmi, questa è la vana speranza, qualche cubetto con i nuovi arrivi della giornata. Ma non giurerei che questo espediente mi garantirebbe un sicuro successo! Piuttosto bisogna ingegnarsi e sperimentare. Oddio, il mio ultimo esperimento per fare il pane con un lievito alternativo trovato tra i meandri più sconosciuti della mia dispensa, è fallito miseramente! Il sapore era ottimo, peccato che non ha lievitato a dovere ed è diventato istantaneamente dell’ottimo pangrattato. Questo secondo esperimento invece è stato un successone, tanto che neanch’io ci credevo per la verità, quindi la sorpresa di riscoprire questa treccia così soffice e profumata, mi ha rallegrato la giornata non poco! Ed io adesso voglio rallegrarla a voi. Se non avete scorte di lievito di birra fresco, né ovviamente Lievito madre, beh, questa ricetta fa al caso vostro! Io ho sfruttato ciò che avevo in casa, unendo metà lievito per dolci, un pizzico di bicarbonato e del cremore tartaro, un lievito naturalmente ottenuto dall’uva. Nonostante le previsioni disastrose, il risultato è stato oltremodo stupefacente. Io ho farcito questa treccia con una cremina all’arancia veramente deliziosa, prodotto acquistato tempo fa durante un evento fieristico dedicato al food. Ma voi potrete infarcirla con ciò che la fantasia vi suggerisce o, meglio ancora, con ciò che la vostra dispensa vi elargisce. Sarà un perfetto dolce lievitato per le vostre colazioni, per la merenda accompagnata da un buon tè o come dolce di fine pasto con un bicchierino di amaro come ha fatto mio marito!

CURIOSITA’: Lo sapevate che il cremor tartaro è naturalmente presente nell’uva e si deposita quando il vino viene lasciato a riposare nelle cisterne? Si depura senza aggiunta di additivi chimici, diventando una polvere bianca che da sempre si utilizza per preparare torte.

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaItaliana

Ingredienti per l’impasto:

  • 550 gFarina 00
  • 80 gZucchero di canna
  • 250 mlLatte
  • 1Uova
  • 50 mlOlio di semi
  • 8 gLievito in polvere per dolci
  • 8 gCremor tartaro
  • 1 pizzicoBicarbonato
  • 1 pizzicoSale

Ingredienti per farcire e guarnire:

  • q.b.Crema di arancia
  • q.b.Zucchero a velo
  • 10 gBurro

Preparazione:

  1. In una capiente terrina, unite il latte con lo zucchero, l’olio, l’uovo, i lieviti setacciati, il bicarbonato e un pizzico di sale (fig. 1).

  2. Mescolate con una frusta a mano, quindi aggiungete la farina a pioggia in un solo colpo (fig. 2).

  3. Lavorate prima con un mestolo di legno, poi trasferite sul piano di lavoro e impastate a mano fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo (fig. 3).

  4. Fate riposare 2 h coperto da un canovaccio, quindi riprendete l’impasto e, con l’aiuto di un po’ di farina, stendetelo formando con i polpastrelli un rettangolo (fig. 4).

  5. Praticate tre tagli della stessa larghezza per il lato più lungo del rettangolo (fig. 5).

  6. Spalmate la crema di arancia su ogni striscia, lasciando almeno 1,5 cm di bordi (fig. 6).

  7. Sigillate, pizzicando i lembi di ciascuna striscia (fig. 7).

  8. Intrecciate le tre strisce e sigillate anche l’estremità finale (fig. 8).

  9. Trasferite l’impasto in uno stampo da 23×11 ben oleato, quindi spennellate la superficie con del burro fuso e fatelo riposare ancora 1 h (fig. 9).

  10. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per circa 30′, quindi fate dorare solo la superficie per altri 5′. Spegnete, sfornate e fate intiepidire (fig. 10).

  11. Sformate e servite con zucchero a velo.

  12. Potrete servirlo a fette accompagnato da qualche cucchiaino di crema.

  13. E voilà… la vostra treccia di panbrioche con crema di arancia è pronta per essere gustata!

  14. Buon Appetito dalla cucina di FeFe!

*IMPORTANTE:

Potrete sostituire i due tipi di lievito con 10 gr. di lievito di birra fresco

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.