RAVIOLI ALL’ANICE CON ROBIOLA E ZESTE DI LIMONE

Adoro la pasta fresca! Dipendesse da me la preparerei tutti i giorni, ma il tempo a disposizione purtroppo non me lo consente! Solitamente programmo di prepararla il sabato per poi gustarmela il giorno seguente, perché per fortuna, si può conservare in frigo e averla pronta all’occorrenza per i grandi pranzi domenicali o quando si hanno ospiti e si vuole portare in tavola un primo piatto più ricercato e d’effetto! Oltretutto, per chi sta pensando che sia difficile, posso dire che non solo non lo è, ma addirittura, è anche divertente! Oggi voglio perciò stimolare la vostra voglia di piatto interamente preparato in casa proponendovi questi deliziosi ravioli aromatizzati all’anice! Sono veramente squisiti e dal sapore sorprendentemente fresco e agrumato grazie anche al ripieno a base di robiola fresca e zeste di limone. Dovete assolutamente provarli perché con pochi e semplici ingredienti, conquisterete il palato di tutta la famiglia!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Porzioni2-3 persone
  • CucinaItaliana

Ingredienti:

Ingredienti per la pasta:

200 g farina tipo 1
2 cucchiai anice
1 uovo
55 ml acqua
q.b. semola rimacinata di grano duro (per il piano di lavoro)

Ingredienti per il ripieno:

100 g robiola
3 cucchiai parmigiano grattugiato
1/2 scorza di limone (non trattato)
1 pizzico sale
q.b. pepe

Strumenti:

1 Mixer
1 Mattarello
1 Sac a poche
1 Macchina per pasta
1 Stampino
1 Grattugia
1 Frusta a mano
1 Spatola
1 Pellicola per alimenti

Passaggi:

Iniziate disponendo i semi di anice in un mixer potente, quindi frullate a più riprese fino a ridurli in polvere (fig. 1).

Versate la polvere di anice nella farina setacciata e mescolate (fig. 2).

Su un piano di lavoro, disponete la farina aromatizzata all’anice e create una fontana. Rompete un uovo al centro e versate a filo l’acqua a temperatura ambiente (fig. 3).

Con una forchetta, sbattete l’uovo con l’acqua incorporando man mano la farina. Amalgamate tutti gli ingredienti, quindi lavorate l’impasto con le mani per alcuni minuti (fig. 4 e 5). Dovrete ottenere un panetto sodo e omogeneo. Avvolgetelo nella pellicola per alimenti e fatelo riposare per 30′ a t.a (fig. 6).

Nel frattempo, occupatevi della farcia. In una terrina, stemperate la robiola con il parmigiano grattugiato, aiutandovi con una frusta a mano (fig. 7).

Aggiungete la buccia grattugiata del limone, aggiustate di sale e pepe e mescolate con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo. Trasferite la crema così ottenuta in una sac-à-poche e tenete in frigo (fig. 8).

Trascorso il tempo di riposo, dividete il panetto in due. Uno lasciatelo avvolto nella pellicola affinché non si secchi, mentre l’altro stendetelo su un piano ben infarinato con della semola, aiutandovi inizialmente con un mattarello (fig. 9).

Quindi, tiratelo con la macchina tira sfoglia passandola tra i rulli partendo dallo spessore più largo. Infarinatelo e ripiegatelo su se stesso per poi ripassarlo più volte nella macchina per la pasta azionando uno spessore man mano inferiore (fig. 10, 11 e 12)).

Dovrete ottenere una sfoglia rettangolare spessa circa 1 mm (fig. 13).

Ripetete l’operazione con l’altro panetto. Stendete i due rettangoli di sfoglia ottenuti su un piano leggermente infarinato e disponete dei piccoli mucchietti di ripieno al centro di ogni raviolo. Ricoprite con la seconda sfoglia di pasta pressando bene sui bordi per sigillare (fig. 14 e 15).

Ricavate i ravioli con lo stampino apposito, quindi procedete a ripetere tutti i passaggi con i ritagli di pasta avanzati fino ad esaurimento degli ingredienti (fig. 16).

E voilà…i vostri ravioli all’anice con robiola e zeste di limone sono pronti per essere cucinati!

Buon Appetito dalla cucina di FeFè!

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.