GELATO ALLE FRAGOLE, RICOTTA E YOGURT SENZA GELATIERA

L’altro giorno al mercato rionale sotto casa, ho trovato delle fragole in offerta davvero splendide, compatte e molto profumate, e senza pensarci due volte, ne ho fatto incetta! Una volta tornata a casa però, ho pensato di avere fatto una sciocchezza, perché era evidente che essendo solo io e mio marito a consumarle, non sarebbe stato facile, neanche preparando una bella macedonia! Ero a corto di idee ed era evidente che ne sarebbero rimaste tante, troppe, rischiando di rovinarsi. Così, dopo varie esitazioni, mi è balenata l’idea del gelato! Non volevo tuttavia creare la solita ricetta come se ne vedono tante in giro sul web, ovvero con una proporzione di frutta veramente misera, quantità eccessive di panna e tanto zucchero, a partire dal latte condensato, ingrediente che si può benissimo omettere! Volevo qualcosa di più delicato e genuino e, dato che nel mio frigo avanzava un po’ di ricotta da mie precedenti preparazioni, e anche dello yogurt greco che è sempre il mio jolly in cucina, ecco che è nato il gelato svuota frigo, e naturalmente senza gelatiera, senza uova, e mescolando tutto in ciotola! Niente, mio marito era estasiato, poi io ho scelto di guarnirlo con pezzettini di fragole fresche e scaglie di cioccolato fondente, che devo dire ci stavano una meraviglia! Sarà perfetto per chi vuole concedersi una pausa dolce senza troppi sensi di colpa. Non è un gelato fit ma ci si avvicina molto, anzi la prossima volta, proverò a togliere anche quel poco di panna che ho messo, perché lo renderà ancora più leggero e digeribile. Provatelo perché è davvero facile, veloce e farete un figurone con tutti i vostri ospiti, che penseranno che sia un gelato comprato!

Qualche altra idea fresca con l’arrivo dell’estate? Ecco qui alcune mie preparazioni che potreste provare, zero sbattimenti e sensi di colpa:

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo16 Ore
  • Porzioni6-8 persone
  • Metodo di cotturaSenza cottura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàPrimavera

Ingredienti:

Ingredienti per 1 stampo da plumcake medio:

550 g fragole
250 ml panna da montare
250 g yogurt greco
100 g ricotta di pecora
130 g zucchero a velo

Ingredienti per guarnire:

q.b. cioccolato fondente
Qualche fragola

Strumenti:

⚠ IN QUESTA RICETTA SONO PRESENTI UNO O PIU’ LINK DI AFFILIAZIONE. I prodotti che consiglio sono gli stessi che uso io nelle mie ricette; acquistarli attraverso il mio blog contribuisce a sostenere me ed il mio lavoro, mentre a voi non costerà nulla di più!

Carta assorbente
2 Ciotole
1 Minipimer
1 Terrina
1 Stampo
1 Spatola
1 Pellicola per alimenti
1 Coltello

Passaggi:

Iniziate lavando molto bene le fragole sotto l’acqua corrente, quindi tamponatele con della carta assorbente da cucina.

Tagliate una metà delle fragole a dadini, un’altra metà frullatele con un minipimer fino a ottenere una purea ben omogenea.

In una capiente terrina, meglio se di vetro e ben fredda di frigo, versate la panna fresca, quindi incorporate anche lo yogurt e la ricotta precedentemente sgocciolata del suo siero.

Aggiungete infine lo zucchero a velo setacciato e iniziate a lavorare con le fruste elettriche a media velocità. .

Frullate qualche minuto fino a ottenere una crema bella compatta.

Unite anche la purea di fragole e mescolate con una spatola con movimenti molto delicati dal basso verso l’alto per non smontare il composto.

Completate con i dadini di fragole sempre mescolando delicatamente.

Trasferite in uno stampo in alluminio adatto a stare in freezer e livellate*. Trasferite in congelatore per ca. 1 h. Trascorsa l’ora, estraete il gelato dal freezer e rimestatelo per rompere i cristalli di ghiaccio. Ripetete la stessa operazione ogni ora per 5 volte.

Infine, coprite con della pellicola per alimenti e mettete definitivamente in freezer per almeno altre 5-6 h. Al momento di servire, tirate fuori lo stampo, rimuovete la pellicola, attendete qualche minuto e con un coltello, ritagliate con molta cautela la quantità di pezzi di gelato che desiderate**. Il resto va riposto subito in freezer.

Trasferite in un robot da cucina dapprima con l’accessorio lama e azionate ad intermittenza per qualche secondo.

Una volta raggiunta questa consistenza, sostituite la lama con l’accessorio miscelatore in dotazione, tipo spatola, e date un paio di impulsi veloci senza esagerare mi raccomando, altrimenti il gelato si surriscalderà troppo e tenderà a diventare liquido.

Servite in coppette con l’apposito cucchiaio per gelato, guarnendo con ciò che desiderate, nel mio caso scaglie di cioccolato fondente e qualche fragolina fresca a piacere.

E voilà…il vostro gelato alle fragole, ricotta e yogurt senza gelatiera è pronto per essere gustato!

Buon Appetito da La Cucina di FeFè!

👉Il gelato alle fragole, yogurt e ricotta va conservato rigorosamente in freezer e nella parte meno fredda del vostro congelatore, fino al momento del consumo .

🟣 Se non volete utilizzare la panna da montare fresca, potrete optare per quella già zuccherata Holpà, aggiungendo almeno 1 cucchiaio di zucchero a velo. Consiglio comunque di assaggiarla per potervi rendere conto se necessiterà di poco altro zucchero o no. In alternativa, potete utilizzare la panna in busta, reperibile nei supermercati quella della Cameo. In ogni caso, qualsiasi tipologia di panna utilizziate, il totale da aggiungere al gelato deve essere sempre 250 gr.

🟣* Se dovesse avanzare un po’ di composto, disponete il resto del gelato in stampi per gelatini in stecco oppure in un contenitore con chiusura ermetica.

🟣** Grazie alla materia grassa di cui è composto, il gelato non congelerà mai del tutto, tuttavia potrebbe diventare un po’ più sodo soprattutto dopo una lunga sosta in congelatore. Se avete ospiti e pensate di consumarlo tutto, vi basterà tirarlo fuori dal freezer 10-15′ prima di servirlo senza doverlo comunque mettere nel robot. Sarà sufficiente lavorarlo un po’ per riottenere la giusta consistenza o, in alternativa, lasciarlo in microonde per circa 15”. In caso contrario, meglio non lasciare che il gelato scongeli del tutto per consumarne una parte soltanto, quindi il metodo del robot o di un potente frullatore risolveranno il problema.

Tutte le ricette e le fotografie sono di mia creazione e proprietà, pertanto protette dal diritto d’autore. L’uso dei contenuti del mio sito è consentito previa ed esplicita autorizzazione e conseguente citazione del sito e del relativo link.


In questa pagina sono presenti link di affiliazione che garantiscono a questo sito una piccola quota di ricavi, senza variazione del prezzo per l’acquirente.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.