CROSTATA SENZA GLUTINE ALLE NOCCIOLE CON CONFETTURA DI MELE AL MUSCOVADO E UVA BIANCA

Qualche giorno fa, pensavo che finalmente è sopraggiunto il periodo per iniziare ad aprire qualche barattolo di confettura preparato lo scorso anno e dare fondo alle mie scorte invernali! Ho perciò pensato di iniziare a farlo, realizzando in prima battuta una crostata senza glutine che potesse sorprendere e deliziare una mia amica che purtroppo è intollerante! In realtà, gli eventi mi hanno poi impedito di gustare come avrei voluto questa crostata in sua compagnia! Già mi immaginavo di fare due chiacchiere davanti una fumante ed aromatica tazza di infuso, come per tradizione, e invece alla fine ho finito per consumarla a colazione con il cappuccino. Devo dire che era da tempo che ne avevo desiderio ed è stata perciò una coccola davvero piacevole! La frolla alla base di questo dolce è realizzato con un mix di farine senza glutine e una nota aromatica data dalle nocciole tostate che vengono tritate insieme allo zucchero e poi aggiunte nel composto. Per la farcia invece, ho sfruttato la mia confettura alle mele e zucchero muscovado, con una leggera nota allo zenzero. Per chi non lo sapesse, lo zucchero muscovado è un tipo di zucchero di canna dal colore scuro, non raffinato, a cui viene aggiunta una percentuale di melassa, che gli conferisce proprio quel suo caratteristico sapore. Ovviamente è difficile che possiate reperire questa confettura in commercio, visto che è stato un mio esperimento, direi ben riuscito! Prometto che proverò a scrivervi la ricetta prima o poi, ma nel frattempo potrete utilizzare quella che più gradite, andrà comunque bene. Io poi ho guarnito con mandorle a lamelle e qualche acino di uva bianca per creare un contrasto cromatico e gustativo, che ci ha letteralmente conquistati!

  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzionistampo Ø 26
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno

Ingredienti:

Ingredienti per la frolla:

100 g farina (senza glutine o farina di riso)
70 g farina di grano saraceno
30 g amido di mais (maizena)
50 g nocciole tostate
80 g burro (ben freddo)
70 g zucchero di canna
1 uovo
1 cucchiaino scorza di lime (non trattato)
1 pizzico sale

Ingredienti per la farcia:

180 g confettura di mele e zucchero muscovado (o altra confettura a piacere)
60 g uva bianca (c.a 8 acini)
40 g mandorle in scaglie
q.b. sciroppo di agave (per spennellare)

Strumenti

Passaggi:

Iniziate trasferendo le nocciole già tostate in un mixer insieme allo zucchero di canna (fig. 1).

Frullate a più riprese e pochi secondi per volta fino a ridurre le nocciole in polvere* (fig. 2).

In una terrina mescolate le farine precedentemente setacciate con la scorza di lime (fig. 3). Fate una fontana al centro e ponete il burro freddo a dadini (fig. 4).

Sfregatelo con la farina fino ad ottenere un composto sbriciolato (fig. 5). Aggiungete un pizzico di sale e mescolate (fig. 6).

A questo punto, unite anche la polvere di nocciole e zucchero amalgamando bene tutti gli ingredienti (fig. 7). Aggiungete l’uovo e sbattete velocemente con una forchetta (fig. 8).

Impastate velocemente in ciotola, aggiungendo, se fosse necessario, poca acqua fredda (fig. 9). Quando avrà iniziato a prendere consistenza, trasferite l’impasto sul piano di lavoro e lavoratelo ancora pochi secondi fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo (fig. 10).

Avvolgete il panetto nella pellicola per alimenti e fatelo riposare in frigo 30′. Trascorso questo tempo, stendete 3/4 dell’impasto tra due fogli di carta da forno** creando un disco non troppo sottile leggermente più largo del diametro del vostro stampo (fig. 11). Eliminate il foglio superiore e trasferite il disco sullo stampo direttamente con la carta da forno sottostante. Fate aderire i bordi con molta delicatezza (fig. 12).

Spalmate il fondo con la confettura aiutandovi con il dorso di un cucchiaio (fig. 13). Guarnite con gli acini di uva precedentemente tagliati a metà e privati dei semini interni (fig. 14).

Completate le mandorle a lamelle (fig. 15). Spennellate i chicchi di uva con dello sciroppo d’agave e mettete in forno preriscaldato a 180°C per 35′ (fig. 16).

Nel frattempo, riprendete il restante panetto, stendetelo con la stessa modalità e, con l’aiuto di stampini per biscotti, ricavate le vostre formine che serviranno per guarnire successivamente la crostata*** (fig. 17). Trascorso il tempo di cottura, sfornate la vostra crostata e fatela intiepidire, avendo cura di infornare nel frattempo le formine per 12′-13′ al massimo (fig. 18).

Decorate con le vostre formine prima di servire.

E voilà…la vostra crostata senza glutine alle nocciole è pronta per essere gustata!

Buon Appetito dalla Cucina di FeFè!

Conservazione

👉 Potrete conservare la crostata senza glutine alle nocciole a temperatura ambiente all’interno di una campana di vetro o un contenitore per torte da credenza fino a un massimo di 3 giorni.

Consigli

🟣 * Le nocciole, così come il resto della frutta a guscio, sono ricche di grassi e, quindi, diventano untuose una volta schiacciate. Lo zucchero aggiunto nel tritatutto serve ad assorbire questa componente untuosa, ma consiglio comunque di tritare pochi secondi per volta fino ad ottenere una polvere.

** Essendo senza glutine, la frolla risulterà comunque sempre piuttosto fragile, ecco perché consiglio l’uso della carta da forno, al fine di non dover usare ulteriore farina.

*** La scelta di realizzare le decorazioni della crostata in un secondo momento, è la diversa tempistica di cottura. Pochi minuti le formine contro i 35′ di cottura della crostata. E’ una modalità facoltativa, che offre la possibilità di ottenere una cottura più uniforme, ma nulla vieta di aggiungerli prima di infornare la crostata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.