CIMETTE DI CAVOLFIORE AL GRATIN CON MAIONESE VEG

E anche il Capodanno ce lo siamo lasciati alle spalle! A parte l’ultimo appuntamento per l’Epifania, si chiude il cerchio delle feste natalizie e si ritorna un po’ alla normalità! Questo significa non solo riprendere la nostra routine, ma anche cercare di portare in tavola piatti più salutari e genuini in stile detox per contrastare le grandi abbuffate di questi cenoni. La ricetta che vi propongo, è stato per me un finger food delle feste appena passate, poiché anche in queste occasioni, cerco sempre di essere morigerata e di non strafare! Tuttavia, potrete sicuramente proporlo a tutta la famiglia anche come contorno sano e al tempo stesso sfizioso! Io l’ho accompagnato con una maionese vegana realizzata con le foglie scarto del cavolfiore stesso, quindi con un solo ortaggio, potrete preparare due ricette e coniugare così la vostra voglia di qualcosa di semplice, senza besciamelle o formaggi, e assai digeribile senza rinunciare al gusto! Oltretutto preparare queste cimette di cavolfiore al gratin è davvero super facile e veloce, quindi zero sbattimenti ai fornelli e tanto sapore a tavola grazie alla gratinatura in forno! Il tutto in stile vegetariano naturalmente! Provateli e poi mi direte!

[Ricetta ispirata dal blog Peccato di gola di Giovanni Castaldi, con mie personali modifiche]

  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione25 Minuti
  • Tempo di riposo15 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno, Inverno

Ingredienti:

Ingredienti per le cimette di cavolfiore al gratin:

1 cavolfiore
2 cucchiai pangrattato
1 cucchiaino paprika dolce (o altra spezia a piacere)
1/2 cucchiaino aglio in polvere (facoltativo)
Qualche rametto timo
2 cucchiai olio extravergine d’oliva
20 g burro (+ q.b.)
q.b. sale

Ingredienti per la maionese veg:

270 g foglie di cavolfiore
40 g senape
30 ml olio extravergine d’oliva
q.b. semi di sesamo
3 rametti timo
q.b. sale

Strumenti:

1 Coltello
1 Mixer
1 Frullatore a immersione
1 Teglia da forno
1 Spatola
1 Terrina
2 Cucchiai
1 Pentola
1 Schiumarola

Passaggi:

Iniziate preparando per prima cosa la maionese veg di foglie di cavolfiore che vi servirà da accompagnamento per le vostre cimette al gratin seguendo i passaggi di questa ricetta (fig. 1).

Una volta preparata la salsa di accompagnamento, riducete il cavolfiore in cimette di media dimensione (fig. 2). Sbollentatele quindi 5′ in acqua bollente salata (fig. 3).

Scolatele molto bene con una schiumarola e trasferitele all’interno di una terrina capiente. Aggiustate di sale e pepe e aromatizzate con della paprika dolce e del timo fresco sfogliato (fig. 4). Unite anche l’aglio in polvere, un bel giro di olio evo e mescolate bene aiutandovi con due cucchiai fino a far amalgamare tutti gli ingredienti (fig. 5).

Coprite con pellicola e fate riposare 15′. Quindi trasferite le cime di cavolfiore così condite all’interno di una teglia precedentemente imburrata e spolverizzata con del pan grattato, senza sovrapporle troppo (fig. 6). Aggiungete in superficie qualche fiocchetto di burro o un altro giro di olio e spolverizzate con il pangrattato. Mettete in forno caldo a 190°C per 30′. Gli ultimi 5′ in modalità grill (fig. 7).

Spegnete, sfornate e fate intiepidire qualche minuto prima di servirle.

Servitele accompagnandole con la maionese veg precedentemente realizzata o con altre salse a piacere!

E voilà…le vostre cimette di cavolfiore al gratin con maionese veg sono pronte per essere gustate!

Buon Appetito dalla Cucina di FeFè!

Conservazione

👉 Potrete conservare le cimette di broccoli al gratin in frigo per 1-2 giorni all’interno di contenitori appositi con chiusura ermetica. Ne sconsiglio la congelazione.

Consigli

🟣 Per una versione total veg, sostituite il burro con altro olio.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.