Crea sito

Ketchup fatto in casa

Ecco una salsa tra le più famose e diffuse al mondo… il ketchup, e io vi mostrerò quello fatto in casa! Probabilmente non c’è persona al mondo che non l’abbia mai sentito nominare almeno una volta e secondo me sono in pochi anche quelli che non l’hanno mai assaggiato: è una salsa molto versatile, utilizzata in tanti piatti della cucina occidentale ma soprattutto regina dei condimenti dello street food! Non so se vi è mai capitato, ma assaggiando i vari tipi di ketchup commercializzati dalla grande distribuzione si avverte sempre una nota “artificiale” e un senso di “plastica” dato probabilmente dagli additivi e dai conservanti presenti, cosa che a me scoraggia sempre dall’acquistare prodotti già pronti o confezionati: se vi dicessi che prepararlo in casa è di una semplicità imbarazzante, che non sono necessari additivi o conservanti di nessun tipo e che addirittura è perfino possibile riuscire ad apprezzare il gusto e la sapidità dei pomodori freschi? Il nostro territorio ci offre tutti i prodotti necessari per farlo, e oltre alla soddisfazione di aver preparato qualcosa con le nostre mani ne guadagneremo in salute vedrete!

  • CucinaItaliana

Ingredienti

PER IL KETCHUP:

  • 1 kgPomodori maturi spellati (se di stagione, altrimenti la stessa quantità di passata di pomodoro)
  • 180 gZucchero
  • 120 mlAceto di mele
  • 30 gSale
  • Zenzero fresco (1 rondella)
  • 1 fogliaAlloro

Preparazione

PREPARAZIONE DEL KETCHUP

  1. Tagliare i pomodori in tocchetti e raccoglierli in una casseruola con lo zucchero, l’aceto, il sale, l’alloro e lo zenzero.

  2. Porre sul fuoco e, una volta raggiunto il bollore, ridurre la fiamma al minimo e proseguire la cottura per 1 ora.

  3. Togliere dal fuoco ed eliminare l’alloro e lo zenzero. Passare al passaverdure: se la salsa fosse troppo fluida, riportarla sul fuoco fino a quando non si sarà un po’ addensata.

  4. Infine, se si desidera una consistenza più liscia, frullare la salsa con un frullatore a immersione prima di metterla nei vasetti di vetro.

  5. Conservare in frigorifero oppure sterilizzare i vasetti e, una volta ottenuto il sottovuoto, riporli in un luogo fresco e asciutto al riparo dalla luce.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.