Autore: lacucinadichiara

Migliaccio Napoletano

Migliaccio Napoletano

Amo celebrare ogni avvenimento, ogni festa con un dolce tipico del momento e dopo le chiacchiere non potevo non cimentarmi nella realizzazione del Migliaccio Napoletano. Il Migliaccio Napoletano è il dolce tipico partenopeo del Carnevale e della Pasqua, una torta di origine contadina dalla consistenza 

Girelle  di sfoglia con cannella e granella di nocciole

Girelle di sfoglia con cannella e granella di nocciole

Alzi la mano chi ama completare il rito del caffè con un dolcetto veloce veloce, o ancor meglio, sciuè sciuè come le Girelle di Sfoglia con cannella e Granella di Nocciole ?! Adoro concedermi una coccola dolce dopo pranzo, magari accanto ad un buon caffè 

Risotto Rosa con quenelle di Gorgonzola Dop

Risotto Rosa con quenelle di Gorgonzola Dop

Sono una vera e propria cultrice del Risotto, chi mi conosce ed è conscio della mia passione per il Carnaroli, sostiene che sia una Milanese mancata.

Mi piace prepararlo in maniera classica, utilizzando ottimo Carnaroli, del buon burro salato, brodo vegetale ed unirlo ad ogni tipo di condimento, da quelli più tradizionali come lo zafferano a quelli più strani come quello che ti propongo oggi.

Il risotto rosa è frutto di uno degli accostamenti più buoni che abbia mai sperimentato, la Barbabietola ed il gorgonzola dolce dop.

Una dolcissima e cremosa purea di barbabietole saltate che conferisce al risotto il fantastico colore rosa ed un sapore dolce che ben si sposa con la quenelle di Gorgonzola!

Ti ci vorrà davvero poco per creare un piatto semplice, gustoso che non ha nulla da invidiare ad un piatto Gourmet.

Se la ricetta dovesse piacerti e quindi dovessi replicarla, non dimenticare di taggarmi nei tuoi post. Trovi le icone dei miei social in basso oppure qui https://www.instagram.com/blondie_corner/ o qui https://www.facebook.com/lovelycountrychic utilizza i miei hashtag #lacucinadichiara #letazzedichiara

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFuoco lento
  • CucinaItaliana

Ingredienti

320 g riso Carnaroli
400 g barbabietole precotte
1 bicchiere vino bianco
1 l brodo vegetale
q.b. sale
150 g burro
50 g scalogno
50 g parmigiano grattugiato

Passaggi

In una padella antiaderente lascia sciogliere 50 gr di burro ed aggiungi le Barbabietole tagliate a pezzetti. Spadellale per qualche minuto, salale, dopodiché trasferiscile in un mixer e rendile in purea con un filo d’acqua.

Lascia sciogliere 50 gr di burro in una casseruola, unisci lo scalogno e fallo imbiondire, aggiungi il Carnaroli e tostalo per qualche minuto. Sfuma con il vino bianco e quando sarà completamente evaporato comincia ad aggiungere il brodo vegetale un mestolo per volta.

Quando mancheranno circa 5 minuti alla cottura finale, aggiungi la crema di barbabietola e regola di sale.

Normalmente un buon carnali impiega circa 20 minuti a raggiungere la cottura perfetta, quando sarà quindi cotto, manteca con il restante burro ed una spolverata di Parmigiano Reggiano Grattugiato.

Una volta impiantato, completa il risotto con una Quenelle o con vare lacrime di Gorgonzola Dolce IGP

/ 5
Grazie per aver votato!
Cuoricini al Parmigiano

Cuoricini al Parmigiano

Se c’è una cosa che amo fare è celebrare ogni singolo avvenimento e, per quanto non sia un’amante di San Valentino , non potevo non creare qualcosa che lo celebrasse. Un’altra passione, oltre a quella della cucina, che nutro da anni ormai è quella per 

Biscotti integrali al limone senza burro e senza uova

Biscotti integrali al limone senza burro e senza uova

La colazione è per me il momento più bello della giornata! Amo alzarmi qualche minuto prima per sedermi a tavola e fare colazione con estrema calma, godendomi il mio amato latte macchiato, schiumato e rigorosamente amaro con un paio di biscotti integrali. Per una colazione 

Cicatielli arianesi con crema di cime di rapa e polvere di peperone crusco

Cicatielli arianesi con crema di cime di rapa e polvere di peperone crusco

Se dovessi associare un piatto alle tradizioni della mia famiglia, i cicatielli arianesi sarebbero senza dubbio in pole position. Ricordo la spianatoia di legno sul tavolo della cucina ed il mucchietto di Semola rimacinata sempre presente nelle domeniche della mia infanzia.

Per chi non fosse Arianese o di qualche paese limitrofo, i Cicatielli non sono altro che la versione Campana dei Cavatelli leggermente più lunghi e più grandi. Sono a base di acqua e farina e la classica forma è frutto di una perfetta sincronia tra le dita e la spianatoia.

Ho deciso oggi di proporti una versione molto bucolica e campagnola dei Cicatielli, conditi con una crema di cime di rapa, nel mio caso a km 0 e peperoni cruschi, tipici della tradizione lucana ma che trovano posto in moltissimi paesi del sud.

Se il tipo di Pasta che ho utilizzato io non dovesse piacerti puoi utilizzare quella che più ti piace, sono perfette anche le orecchiette o le caserecce.

Il risultato è una piatto dai sapori tradizionali e genuini , con quel tocco in più croccante e saporito. Son certa che farà ricredere anche i palati più sofisticati.

Se la ricetta dovesse piacerti e quindi dovessi replicarla, non dimenticare di taggarmi nei tuoi post. Trovi le icone dei miei social in basso oppure qui https://www.instagram.com/blondie_corner/ o qui https://www.facebook.com/lovelycountrychic utilizza i miei hashtag #lacucinadichiara #letazzedichiara

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

500 g cime di rapa
320 g Cicatielli Arianesi
1 aglio fresco
q.b. olio di oliva
50 g pecorino romano
4 peperoni cruschi
q.b. sale

Passaggi

Pulisci le Cime di rapa tenendo da parte solo le foglie ed i fiori più teneri, se troppo grandi spezzettali e scarta le parti più dure e legnose. Lavale accuratamente eliminando ogni residuo di terra.

In una pentola molto capiente, lascia bollire abbondante acqua, sala leggermente e tuffa le cime di rapa al suo interno. Saranno pronte dopo circa 15 minuti.

Scolali con una schiumaiola e NON BUTTARE L’ACQUA DI COTTURA, lasciali scolare del tutto in un colapasta.

Quando le cime di rapa saranno ben fredde ed avranno rilasciato gran parte dell’acqua, ponili in un mixer con un cucchiaio di olio, metà del Pecorino Romano ed un mestolo di acqua di cottura, riducili quindi in crema. La crema ottenuta andrà poi setacciata con un colino a maglie tratte per eliminare anche il più sottile filamento.

In una Padella anti aderente, lascia imbiondire l’aglio con un filo d’olio d’oliva, aggiungi quindi 2 dei 4 peperoni cruschi sminuzzati e lasciali cuocere fino a quando non saranno ben croccanti. Questo punto elimina l’aglio ed Aggiungi quindi la crema ormai setacciata.

Rimetti l’acqua dei broccoli sul gas, lasciala bollire e cala i Cicatielli, ci vorranno circa 5/6 minuti, tu comunque assaggia!

Scola la pasta, saltala nella crema di cime di rapa ed aggiungi il restante pecorino.

Polverizza con un tritatutto i restanti peperoni cruschi e lasciali da parte.

Impiatta i Cicatielli con la crema di cime di rapa e guarnisci con la polvere di Peperone Crusco!

/ 5
Grazie per aver votato!
Muffin Integrali al Limone

Muffin Integrali al Limone

La Colazione è il pasto più importante della giornata ed io amo cominciare un nuovo giorno con la carica giusta ma rispettando sempre un piano alimentare sano e con pochi zuccheri. I muffin integrali al limone sono il connubio perfetto per chi, come me, è 

Frollini salati

Frollini salati

Piccole Pepite salate al pistacchio e pomodori secchi, di cosa sto parlando!? Semplice, di Biscotti ma salati!! Si, hai capito bene, Biscotti Salati . Il salva cena/ aperitivo per eccellenza! I frollini Salati sono lo snack perfetto da gustare durante un aperitivo improvvisato o durante 

Torta Camilla Integrale

Torta Camilla Integrale

Gennaio porta con se la voglia di migliorare e migliorarsi, lunghe liste di buoni propositi in cui troneggia al primo posto LA DIETA.

La mia Lista dei buoni propositi ha da anni La dieta come leitmotiv della vita, oscillando dal mood ” da oggi dieta” al ” oggi cascasse il mondo, CARBONARA!!”. Da anni ormai sono alla ricerca di ricette senza zuccheri aggiunti e soprattutto senza sensi di colpa.

La Torta Camilla è da sempre la mia preferita ed ho impiegato davvero tanto tempo per ottenere la versione light perfetta. La versione integrale, priva di uova e di burro crea il connubio perfetto, per chi come me, è sempre a dieta o almeno prova a seguire uno stile di vita sano ma non vuole rinunciare ad un vero e proprio dolce.

Personalmente amo le torte rustiche per cui oltre ad aver utilizzato una farina integrale rimacinata, ho utilizzato lo zucchero muscovado, ritenuto affine allo zucchero di canna ma meno centrifugato e raffinato, dall’inconfondibile sapore di melassa.

Ovviamente l’utilizzo di altre farine o di altri tipi di zucchero non influirà per nulla sulla riuscita del dolce.

E’ la torta perfetta per cominciare la giornata con uno sprint in più e soprattutto senza sensi di colpa.

Ti ho convinto a replicarla?! Se cosi fosse non dimenticare di targarmi nei tuoi post, trovi l’icona social in basso, oppure utilizza i miei hashtag #letazzedichiara #lacucinadichiara

  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura30 Minuti
  • Porzioni8
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

150 g carote Grattugiate
350 g farina integrale rimacinata
200 ml acqua
100 ml olio di semi di mais
200 ml succo d’arancia
Metà bustina Lievito per dolci
1 bustina vanillina
160 g zucchero muscovado

Strumenti

1 Stampo

Passaggi

Frulla insieme Le carote Grattugiate, l’acqua, il succo d’arancia e l’olio di semi di Mais ottenendo cosi una purea semi liquida.

In una ciotola setaccia la farina integrale rivaccinata, lo zucchero muscovado, il lievito e la vanillina. Aggiungi quindi il composto semi liquido e mescola il tutto con una frusta a mano.

Imburra una tortiera antiaderente del diametro di 24 cm ( per il mio stampo non c’è stato bisogno di questo passaggio), versa il composto e cuoci in forno preriscaldato in modalità Statica a 180° per 30 minuti.

Effettua la prova stecchino e sforma la tua Torta camilla solo quando sarà completamente raffreddata.

4,3 / 5
Grazie per aver votato!