TROFIE AL PESTO

INGREDIENTI:

per le trofie:

  • 300 g di farina 00;
  • 150 ml di acqua;
  • un pizzico di sale.

per il pesto:

  • 60 g di basilico;
  • 1/4 di spicchio d’aglio;
  • 10 g di pinoli;
  • 25 g di formaggio grattugiato;
  • 50 ml d’olio;
  • un pizzico di sale.

PREPARAZIONE:

In una ciotola mettete la farina, fateci un buco al centro, la fontana come quando fate la pizza e piano piano versateci l’acqua. Mescolate bene, aggiungeteci un pizzico di sale e continuate ad impastare fino a quando non sarà venuta una palla.

Toglietela dalla ciotola, mettetela su una spianatoia ed impastatela con un po’ di farina, più o meno 5-10 minuti.

Prendete un foglio di pellicola trasparente, metteteci sopra un po’ di farina, poi adagiateci la palla, mettete sopra altra farina, chiudete bene, in modo che non prenda aria. Mettete un altro foglio di pellicola e lasciate riposare in frigorifero per almeno un’ora.

Trascorsa l’ora mettete un po’ di farina sulla spianatoia, adagiateci la palla, tagliatene un po’, poi con le mani rompete la pasta e dategli la forma di una biglia di vetro o di un cecio (cece).

Prendete una tavoletta di legno, io ne ho preso una piccola fatta a mano dallo zio, buonanima di mia madre e ci ho messo sopra la pallina, poi con il palmo della mano l’ho mosso avanti ed indietro per due volte, così la pallina è diventata “un vermiciattolo” poi ci ho fatto passare sopra le dita e così viene fuori la trofia.

E’ un processo lungo, io ci ho messo quasi due ore, quindi cari amici armatevi di pazienza, oppure fatevi aiutare da qualcuno.

Disponetele in un vassoio. Io sopra di esso ci metto un foglia di pellicola trasparente così non si attaccano. Sopra metteteci della farina e disponete. Io poi sopra le trofie dopo averci messo un po’ di farina, ho adagiato un altro foglia di pellicola e ho fatto un altro piano.

 Le ho fatte la sera prima per il giorno dopo, per questo li ho messo in freezer. Ricordatevi di mettere il vassoio dentro un sacchetto per congelare. Tirateli fuori dal frigorifero, quando vi serviranno qualche minuto prima di buttarli nell’acqua, così avrete il tempo per staccarli.

Lavate ed asciugate il basilico, poi spezzettatelo con le mani e mettetelo in un mortaio ed iniziate a pestare. Io uso il mortaio di marmo, non di legno perché si impregna di odori. Al basilico aggiungete anche il pezzo, un quarto di spicchio senza anima di aglio e pestate.

Mettetene poco per volta, poi aggiungeteci un po’ di pinoli e continuate a pestare fino a quando non avrete pestato tutto il basilico e tutti i pinoli.

Aggiungeteci un pizzico di sale e l’olio, poco per volta e continuate a pestare.

Aggiungete il formaggio grattugiato e continuate a pestare.

Pestate fino a quando non sarà diventato una salsa, un po’ grossolana, non importa se non tutto si è pestato finemente.  Assaggiatelo, nel caso fosse insipido, aggiungeteci un po’ di sale.

Se non lo usate subito per condire la pasta, conservatelo in un barattolo in frigorifero, ricoprite il pesto con l’olio. Io l’ho fatto la sera per la mattina.

In una pentola mettete a bollire l’acqua, quando bolle, salatela ed aggiungeteci un po’ d’olio, poco, così la pasta non si attaccherà, buttate le trofie, mescolate e fate cuocere.

In una ciotola, mettete un po’ di pesto, più o meno la metà di quello che avete preparato.

Quando è cotta, scolateci dentro la pasta.

Mescolate ed aggiungete l’altra metà del pesto che avevate tenuto da parte.

Servite e buon appetito! Se vi ci piace, aggiungeteci altro formaggio grattugiato.

Trofie al pesto, un tipico piatto ligure, con la tradizione non si sbaglia mai!

Il pesto fatto al mortaio ha tutt’altro sapore rispetto a quello fatto con il mixer, comunque se volete farlo in pochi minuti, la ricetta del pesto la trovate qui: https://blog.giallozafferano.it/lacucinaazzurra/pesto-alla-genovese-di-casa-mia/

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.