PENNE INTEGRALI CON PESTO ALLA TRAPANESE

PENNE INTEGRALI CON PESTO ALLA TRAPANESE

INGREDIENTI:

  • 150 g di penne integrali Barilla (o della marca che preferite);

per il pesto alla trapanese:

  • 200 g di mandorle;
  • 400 g di pomodori;
  • 100 g di basilico;
  • mezzo spicchio d’aglio,
  • olio evo;
  • sale.

PREPARAZIONE:

Per prima cosa, per preparare il pesto alla trapanese, dovete in una padella antiaderente tostatele le mandorle.

Lavate ed asciugate le foglie di basilico. Lavate, asciugate e private i pomodori della buccia. Quando le mandorle saranno tostate, fatele raffreddare in un piatto. Togliere la buccia ai pomodori è un’operazione facoltativa, io la tolgo perchè non mi piace.

Nel bicchiere di un mixer metteteci: i pomodori, il basilico, la mandorle tostate, il sale, un po’ d’olio e lo spicchio d’aglio privato dell’anima. Per iniziare non aggiungete molto olio, aggiungetelo poco per volta.

Frullate il tutto.

Il vostro pesto alla trapanese è pronto!

Cuocete le penne integrali, o il vostro formato preferito di pasta in abbondante acqua salata. In una ciotola, mettete un po’ di pesto alla trapanese.

Scolate la pasta ed aggiungetela. Mescolate bene.

Le vostre PENNE INTEGRALI CON PESTO ALLA TRAPANESE sono pronte!

Servite e buon appetito!

Se vi avanza, potete metterlo in una ciotolina e conservarlo in frigorifero per qualche giorno, oppure potete congelarlo.

Potete usare il pesto alla trapanese anche sopra dei crostini di pane. Io ho usato soltanto mezzo spicchio d’aglio perchè non volevo che il suo gusto fosse predominante.

Quando ho tostato le mandorle, non ho tolto la loro buccia marrone, se, invece voi, volete farlo, dovete farle bollire per qualche minuto, e poi con l’aiuto di un canovaccio, riuscirete, a toglierla senza problemi.

Questo pesto si sposa molto bene anche con la pasta lunga, magari degli spaghetti o dei bucatini, o con della pasta fresca, per esempio delle tagliatelle.

Precedente CAPPUCCINO FREDDO SHAKERATO Successivo FOCACCIA DI SEMOLA CON PATATE E CACIOCAVALLO

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.