MAZZANCOLLE IN CROSTA

INGREDIENTI:

  • 30 mazzancolle;
  • 1 rotolo di pasta sfoglia  (io uso quella rettangolare, surgelata della Carrefour, ma va bene anche rotonda di qualsiasi marca);
  • sale;
  • farina;
  • olio;
  • acqua;
  • semi di sesamo.

PREPARAZIONE:

Prendete le mazzancolle, privatele del carapace, della testa, della coda, togliete con uno stecchino l’intestino, la striscia nera, e la sacca rossa che si trova vicino la coda. E’ un lavoro noioso e ripetitivo, ma facendo così non correte il rischio che siano amare.

Io di solito quando le compro ne compro un chilo ed a pulirle ci metto circa un’ora e mezza, insomma vi mettete in cucina, vi guardate un bel film e passa la paura. Facendo in questo modo mi capita sempre che non le uso subito, anche perché le pulisco la sera, dopo cena, quindi le metto orizzontalmente (come se ci fosse un vassoio sotto) in un sacchetto per congelare, facendo attenzione che non siano una sull’altra,(se il sacchetto è troppo pieno ne metto un altro, così nessuna mazzancolla non vi cadrà quando lo mettete o lo prendete dal congelatore) e poi le metto sempre orizzontalmente nel congelatore  senza lavarle, infatti io le lavo dopo che le ho scongelate.

Se fate come me e le congelate perché le avete pulite in precedenza o comprate quelle congelate al supermercato, mettetele a scongelare, io di solito le metto in una scolapasta. Se le devo fare per cena, le metto a scongelare dal mattino.

Scongelate anche un rotolo di pasta sfoglia. Se fate più mazzancolle, scongelate più pasta sfoglia.

Se le usate fresche, dopo averle pulite e private del carapace e dell’intestino, lavatele sotto l’acqua corrente ed asciugatele. Ricordatevi comunque di mettere a scongelare la pasta sfoglia che altrimenti non potrete usare visto che si romperebbe e non sarebbe modellabile. Potete anche usare la pasta sfoglia che si trova nel banco frigo del supermercato.

Una volta che si saranno scongelate, lavatele sotto l’acqua corrente, poi asciugatele molto bene.

A questo punto salatele da entrambe le parti.

Dopo che la pasta sfoglia si sarà scongelata, metteteci un po’ di farina, pochissima, poi con una rotella (di quella che si possono usare per tagliare la pizza) fate delle strisce, delle tagliatelle, larghe non più di un centimetro. La striscia tagliatela in due, allungatela  un po’ con le mani, prendete una mazzancolla e rivestitela con la pasta sfoglia.

Fate questo procedimento con tutte le vostre mazzancolle. Se vi avanza della pasta sfoglia, usatela per fare altro, ad esempio:

un rotolo svuotafrigo, trovate la ricetta qui: https://blog.giallozafferano.it/lacucinaazzurra/rotolo-svuotafrigo/     

oppure dei fagottini del riciclo, la trovate qui: https://blog.giallozafferano.it/lacucinaazzurra/fagottini-del-riciclo/

Prendete una teglia da forno, rivestitela di carta forno e adagiateci le mazzancolle sopra, lasciate un po’ di spazio l’una dall’altra. Quando le avrete messe tutte, mettete un po’ d’acqua del rubinetto, in un bicchiere o in una tazzina, prendete un pennello da cucina e spennellate tutte le mazzancolle.

Quando avete terminato mettete su ogni mazzancolla dei semi di sesamo.

Se le mettete subito a cuocere, mettete un filo d’olio su ogni mazzancolla, se non le cuocete subito lasciatele in frigorifero (se non le usate per tante ore, ad esempio se le preparate la sera per la mattina), se no anche a temperatura ambiente (per una, due ore).

Infornate in forno preriscaldato a 180°C per 10 minuti in modalità solo sotto, poi 10 minuti sotto e sopra e poi vedete se non sono ancora belli coloriti per altri 5 minuti in modalità solo sopra. Siccome i forni non sono tutti uguali dovete regolarvi voi.

La cosa importante da ricordare SEMPRE quando usate la pasta sfoglia è che PER I PRIMI 10 MINUTI NON DOVETE ASSOLUTAMENTE APRIRE IL FORNO, altrimenti la pasta non cresce!

Metteteli in un piatto da portata e servite sia tiepidi che freddi sono una bontà!

Possono essere usati come antipasti e farete sicuramente un figurone, ma anche come secondo, accompagnati con una bella insalata verde è un’ottima cena.

Potete sostituire le mazzancolle con i gamberoni.

Una risposta a “MAZZANCOLLE IN CROSTA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.