Crea sito

TAGLIOLINI AL TARTUFO (Tajarin)

tagliolini al tartufo

Ricetta tradizionale dei TAGLIOLINI AL TARTUFO (tajarin) del Piemonte.
Questa regione italiana, è rinomata in tutto il mondo per i tartufi, nello specifico il tartufo bianco pregiato o di Alba (Tuber magnatum Pico) . In realtà, in questo angolo di paradiso gastronomico, vengono ricercate diverse specie di tartufi. Sia neri che bianchi. Di questa zona, è originaria anche la ricetta dei tajarin o tagliolini in italiano. Tradizionalmente, i tajarin si preparano con la pasta 30 tuorli: 30 tuorli di uova di gallina su 1 kg di farina.

Di certo, con l’impasto tradizionale, vengono una bomba! Poi, se come me, vi capita di passare per quelle zone e, trovare una massaia che ve li prepara con le uova delle sue galline … mamma mia che libidine!

Essendo che la pasta 30 tuorli è piuttosto dura da lavorare, su consiglio di Pina ( la fantastica massaia), si può ovviare al tutto , preparando la classica pasta all’uovo con alcune accortezze. Basta impastare 1 uovo con 100 g di farina (meglio se specifica per sfoglia/ pasta fresca) premurandosi, di utilizzare uova a pasta gialla, così da ottenere un impasto bello giallo.

Dall’unione di pasta fresca e tartufo, nasce questa semplice ma fantastica ricetta. Perfetta per occasioni particolari e si vuole fare bella figura. A seconda della stagione, utilizzate la specie di tartufo disponibile: il risultato è garantito con tutte le specie, sia neri che bianchi. Per questa ricetta, ho utilizzato del tartufo uncinato (Tuber uncinatum Chatt.), varietà invernale dello scorzone (Tuber aestivum Vitt.).

  • DifficoltàBassa
  • CostoMedio
  • Tempo di preparazione1 Minuto
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura4 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaBollitura
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI

  • 9tuorli
  • 300 gfarina per pasta fresca
  • q.b.semola rimacinata
  • 1noce burro
  • 90 gsalsa di tartufo (ottenuta con 60 g di tartufo nero uncinato grattato, 30 g di olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale e 1 spicchio di aglio tagliato a metà in infusione.)

PREPARAZIONE

  1. 1- Impastare la farina per pasta con i tuorli fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Lasciar riposare a temperatura ambiente per 20 min coperto da una ciotola / contenitore capovolto.

  2. 2- Dividere l’impasto in 4 porzioni uguali e dare qualche piega. Le pieghe servono per ottenere una sfoglia tenace in grado di tenere bene la cottura.

  3. 3- Stendere la pasta ottenendo delle sfoglie dello spessore di un millimetro circa. Far asciugare le sfoglie su di uno stendi-pasta per 30 min.

  4. 4- Dividere a metà le sfoglie se nel caso siano troppo lunghe. Cospargere di semola ed arrotolare la pasta su se stessa formando dei “rotolini”.

  5. 5- Con l’aiuto di un coltello ben affilato, affettare i rotolini di sfoglia ricavando delle “girelle ” alte 3/4 mm. Srotolare e dopo aver infarinato con della semola, riporre su un tagliere ben infarinato.

  6. 6- Cuocere in abbondante acqua salata per circa 2 min. MI RACCOMANDO: tenere da parte qualche mestolo dell’acqua di cottura.

  7. 7- Scolare i tagliolini e mantecare con il burro, la salsa di tartufo (eliminando l’aglio) ed aggiustare il tutto con un goccio di acqua di cottura tenuta da parte.

  8. 8- Impiattare e servire con una cascata di lamelle di tartufo. La quantità è a vostra discrezione.

Hai altro tartufo e non sai come conservarlo? Leggi questo mio articolo per scoprire come fare…

4,7 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.